12 Migliori fotocamere DSLR per principianti

Che tu passi la maggior parte del tempo a guardare foto di influencer, luoghi affascinanti e animali interessanti su Instagram, tenerti aggiornato con amici e parenti su Facebook, o a sfogliare il tuo blog preferito su Pinterest, è un fatto innegabile che la maggioranza dei nostri momenti più felici sono dettati dall’immaginario – molti dei quali vengono fissati e archiviati da un piccolo dispositivo elegante – la fotocamera digitale DSLR.

È un errore comune pensare che il mondo della fotografia sia relegato a costosi dispositi, investimenti ad alto livello e impostazioni tecniche incomprensibili ai più.  Anche se c’è una parvenza di verità in ognuna di queste affermazioni – la realtà è che le fotocamere reflex digitali entry-level sono diventate così importanti nel settore della fotografia, che i produttori di tutto il mondo hanno dedicato un intero ramo della propria attività alla creazione di offerte accessibili al il consumatore medio.

Stai cercando di immergerti mani e piedi nella realizzazione di video e foto? Ci sono un mucchio di offerte perfette per te.
Che dire, poi, della fotografia sportiva e d’azione? Le fotocamere entry-level hanno fatto enormi progressi nelle funzionalità di messa a fuoco automatica negli ultimi anni. Stai solo cercando un ritratto del tuo amico, o forse del tuo gatto? I migliori produttori del settore ti hanno coperto anche lì.

Sebbene non vogliamo affermare che la fotografia è una strada che tutti dovrebbero prendere, vogliamo rafforzare comunque l’idea che i dispositivi fotografici entry-level sono una parte essenziale nel fissare i ricordi. Poter guardare indietro nel tempo e vedere il mondo da una prospettiva diversa.

Qualunque siano le motivazioni alla base del desiderio di prendere in mano una fotocamera, è essenziale capire il dispositivo gigantesco che è la fotocamera digitale Single Reflex (DSLR). Una soluzione economica e compatta che ha rivoluzionato il modo in cui vediamo i mezzi visivi. Di seguito, illustreremo le fotocamere DSLR entry-level più quotate e dalle prestazioni più elevate che il mercato fotografico ha da offrire. Che tu sia un appassionato delle calde scienze dei colori di Canon, dei sensori che definiscono il genere di Nikon, o dell’eredità secolare di Pentax, speriamo che alla fine di questa guida avrai trovato la fotocamera DSLR perfetta per te che sei un principiante nel mondo della fotografia.

Nikon D3500

fotocamera DSLR Nikon-D3500La D3500 di Nikon è la più recente ammiraglia DSLR entry-level del produttore Giapponese. Integra il sensore CMOS standard in formato DX da 24,2 MP e il processore di immagini EXPEED 4 dal modello precedente (la D3400), adattandoli a un corpo più leggero e sottile. Per prestazioni al pari del modello precedente, la D3500 opta, ancora una volta, per escludere un filtro passa-basso ottico che riduce la nitidezza, ma mantiene l’ISO nativo della 3400 di velocità di scatto di 100-25.600 e 5 fps. Non è cambiato molto rispetto al monitor LCD 921k-dot da 3,0 “e il sistema di messa a fuoco automatica da 11 punti Multi-CAM 1000, ma un nuovo design / orientamento del pulsante, maggiore durata della batteria e un risparmio di peso di 45 grammi potrebbero valere la pena l’acquisto.

Nikon D3400

Nikon-D3400 - fotocamera per principiantiCome per la nuova D3500 di Nikon, la D3400 presenta le stesse caratteristiche tecnologiche del suo successore. Tra queste: un sensore CMOS in formato DX da 24,2 MP, un processore di immagini EXPEED 4 e un ISO nativo di 100-25.600. Le funzionalità video Full HD 1080p sono fornite di serie con la D3400, che vanta una velocità di scatto di 60 fps, oltre a un sistema di messa a fuoco automatica da 11 punti Multi-CAM 1000. Sebbene sia leggermente più pesante, e con meno autonomia della batteria rispetto alla sua controparte aggiornata, la D3400 si comporta ancora sorprendentemente bene per una fotocamera DSLR entry-level. La buona notizia è che, il corpo può essere trovato spesso in vendita ad un prezzo estremamente conveniente.

Canon EOS Rebel T7

Canon-Rebel-T7 - fotocamera dslrLa EOS Rebel T7 è l’ultima offerta del gigante Nipponico della fotografia all’interno della gamma Rebel entry-level. cDispone di un sensore CMOS APS-C da 24,1 megapixel migliorato rispetto alla Canon T6. Il monitor LCD da 3,0 “a 920 k punti e la registrazione video Full HD 1080 / 30p sono molto simili al suo predecessore. Tuttavia, una dimensione del sensore simile tra le due fotocamere indica che il valore dei megapixel è una delle uniche differenze tra le fotocamere. Il Rebel T7 utilizza un processore di immagini DIGIC 4+, autofocus a 9 punti con tecnologia del punto centrale a croce e un ISO mediocre che va da 100 a 6400 (anche se, espandibile a 12.800, se necessario). Mentre la velocità di scatto a 3 fps della fotocamera e il modesto aggiornamento megapixel la collocano saldamente al vertice delle reflex digitali per “principianti”.

Nikon D5300

Nikon-D5300La D5300 di Nikon potrebbe essere una copia quasi identica della D5600. Tuttavia alcune piccole differenze influiscono sul costo della fotocamera entry-level (ideale per i principianti). Mentre la D5600 è il successore spirituale della D5300, il sensore CMOS in formato DX da 24,2 MP della fotocamera e il processore di immagini EXPEED 4 rimangono relativamente intatti, insieme al monitor LCD ad angolazione variabile da 3,2 “da 1.037 m, che consente un’accurata riproduzione delle immagini e articolazione. Come per la maggior parte delle offerte entry-level di Nikon, la fotocamera mette in mostra una capacità video 1080p full HD che raggiunge i 60 fps, un ISO nativo di 12800 (espandibile a 25.600), ma esclude un filtro passa-basso che ammorbidisce le immagini. Fortunatamente, la D5300 conserva ancora il sensore di messa a fuoco automatica da 39 punti Multi-CAM 4800DX per tracciamento rapido, analisi e precisione millimetrica mentre si cerca di mantenere i soggetti in movimento bloccati sul bersaglio.

Pentax K-S2

Pentax-K-S2Pentax è un produttore prolisso che è stato rilevante nel mondo della fotografia per un periodo di tempo sorprendente. Specializzano in offerte mirrorless, la loro reflex digitale entry-level K-S2 è rivolta al fotografo principiante relativamente informato. Anche se un po ‘più costosa rispetto ai suoi competitor, Canon e Nikon, la Pentax sfoggia un sensore CMOS APS-C da 20 megapixel che rinuncia a un filtro AA con effetto ammorbidente per fotografie più nitide. Il design completamente impermeabile, a prova di freddo e antipolvere conferisce un vantaggio rispetto ad altre fotocamere DLSR di questa lista. Mentre l’acquisizione di filmati a intervalli di 4K e le funzionalità video full HD a 1080p servono a saziare anche i creativi più rigorosi. La stabilizzazione all’interno del corpo aiuta a mantenere il tiro dalla sofferenza dovuta al movimento e con una ISO espansiva che arriva da 100 a 5100, è sicuro dire che le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione non dovrebbero essere un grosso problema. Un monitor LCD variabile da 921 kp ad alta risoluzione da 3 “completa la deliziosa reflex digitale, assicurando una chiara illustrazione di ciò che accade davanti all’obiettivo.

Canon EOS Rebel T6I

Canon-Rebel-T6iLa EOS Rebel T6i di Canon è la prima delle offerte “potenziate” entry level dell’azienda a farsi strada nella nostra lista, con un sensore CMOS APS-C da 24,2 megapixel, un processore di immagini DIGIC 6 veloce e un 3,0 ” -angle touchscreen per una riproduzione dei colori cristallina. Per elaborare il T6 originale, il T6i aggiunge una messa a fuoco automatica a croce di 19 punti molto anticipata con un sistema ibrido CMOS AF III, che consente una reattività pulita e rapida quando si cerca di aggrapparsi a un soggetto. Un ISO espandibile fino a 25.600 paia con un sensore di misurazione IR + 7560 pixel, che consente letture accurate di esposizione e luminanza, mentre una capacità video full HD 1080p, 30 fps standard assicura un’adeguata acquisizione del movimento. La scaletta “i” funge da piattaforma entry level di Canon a livello di fascia alta, quindi per un po ‘di denaro extra, potrebbe valerne la pena avere un (piccolo) assaggio del mondo delle telecamere di fascia media.

Nikon D3300

Nikon-D3300Punto di riferimento per una delle linee di maggior successo di Nikon, la D3300 ottiene gran parte degli apprezzamenti grazie al sensore CMOS DX da 24,2 megapixel orientato ai dettagli, alla velocità di scatto continuo a 5 fps e alla messa a fuoco automatica a 11 punti con tracciamento 3D. Questo è particolarmente importante per coloro che stanno cercando di inquadrare i soggetti in movimento, consentendo un monitoraggio costante finché il soggetto è nell’inquadratura. Una capacità video full HD a 1080p e 60 fps si rivolge agli appassionati di video. Mentre uno schermo LCD da 3 “da 921 k punti garantisce un’adeguata ricreazione dell’immagine in modalità live-view. Un ISO di 100-12800 consente ai fotografi entry-level di ottenere buoni scatti anche con meno luce – e se ciò non bastasse, può essere esteso fino a 25.600, che dovrebbe essere più che sufficiente per illuminare il soggetto.

Pentax K-70

Pentax-K-70Il mid-range K-70 di Pentax è la fotocamera perfetta per chi pensa un po ‘fuori dagli schemi, portando alle masse un sensore CMOS APS-C da 24,2 megapixel e un corpo privo di filtro AA. Il corpo antipolvere resistente alle intemperie. La fotocamera K-70 è dotata di un meccanismo di riduzione della scossa all’interno del corpo, che consente di scattare foto più stabili senza un treppiede. Mentre un robusto valore ISO di 100-204800 copre tutte le esigenze di ripresa notturna. Il monitor LCD ad angolazione variabile è dotato di un display LCD a visione notturna a luce rossa, che si accoppia perfettamente con la messa a fuoco automatica SAFOX X a 11 punti della fotocamera e 9 sensori a croce per un rilevamento preciso e reattivo. Un’interessante tecnologia di risoluzione dello spostamento dei pixel funziona insieme al simulatore del filtro AA di correzione del movimento K-70 per ridurre la moiré, consentendo ai fotografi di produrre foto impeccabili senza l’ostacolo dei tradizionali filtri AA e ottici passa-basso.

Canon EOS Rebel SL2

Canon-Rebel-SL2La EOS Rebel SL2 di Canon si afferma come una delle fotocamere di gamma media più potenti sul mercato oggi. Utilizza un nitido sensore CMOS APS-C da 24,2 megapixel, un processore d’immagine DIGIC 7 estremamente veloce e un 3 “1,04 m- LCD touchscreen con dot-angle per portare gli utenti nella nuova era. Per competere con Nikon, il produttore ha equipaggiato la SL2 con una serie di aggiornamenti anticipati, tra cui un sistema di autofocus potenziato a 9 punti con funzionalità di autofocus CMOS a due pixel e un ISO nativo di 25.600 (espandibile fino a 51.200) – molto più alto rispetto alle loro offerte entry-level a basso raggio. Una capacità di acquisizione video full HD 1080p, 60 fps standard e fino a 5 fps di scatti continui sfruttano le migliori caratteristiche di T6, T7 e T6i e li racchiudono in un unico pacchetto intuitivo.

Nikon D5600

Nikon-D5600La D5600 di Nikon è una superba fotocamera per principianti entry-level che riproduce gli attributi di maggior successo del marchio, integrando un sensore CMOS in formato DX da 24,2 megapixel, un processore di immagini EXPEED 4 e uno schermo touchscreen variabile da 3,2 “a 1,037 m in un unico elegante congegno . Forse l’aspetto più intrigante della D5600 è l’aggiunta del sensore di messa a fuoco automatica a 39 punti Multi-CAM 4800DX, che elabora in modo significativo la linea di basso livello del marchio. La videocamera utilizza la cattura video full HD 1080p a 60 fps standard, oltre a una gamma ISO di 100-25600 e riprese a 5 fps in sequenza, rimanendo in linea con la maggior parte delle offerte competitive in tutto il settore.

Pentax KP

Pentax-KPLa DSLR KP di Pentax è un gradino sopra il resto quando si tratta di qualità costruttiva, utilizzando una silhouette resistente alla polvere e alle intemperie e resistenze di -10 gradi che lo rendono perfetto per qualsiasi esploratore entry-level che sta cercando di bagnarsi i piedi . Un modesto sensore CMOS APS-C da 24,3 megapixel, l’esclusione di un filtro AA e una gamma ISO espandibile che raggiunge i livelli incredibilmente elevati di 819,200 rendono questa fotocamera una delle principali concorrenti nel settore delle fotocellule entry-level. Un sistema interno di riduzione delle vibrazioni a cinque assi tiene tutto sotto controllo, anche senza treppiede, e consente alla tecnologia di risoluzione dello spostamento dei pixel di KP di creare immagini HDR ad alta definizione. Per completare la fotocamera definitiva, è incorporato un monitor LCD inclinabile verticalmente per mantenere le riprese sia in alto che in basso nel campo delle possibilità.

Canon EOS Rebel T7I

Canon-Rebel-T7iLa EOS Rebel T7i di Canon completa la nostra lista come una delle migliori telecamere del mondo entry-level della DSLR, che vanta un sensore CMOS APS-C da 24,2 megapixel e un processore d’immagine DIGIC 7 per renderlo in linea con i più audaci del settore dispositivi di imaging. Il touchscreen con angolazione variabile da 3,0 “a 1,04 m e un sistema AF a rilevamento di fase a croce a 45 punti potenziato assicura una chiusura precisa su quasi tutti i soggetti in movimento, mentre un AF CMOS a doppio pixel serve a perfezionare ulteriormente le capacità di rilevamento della telecamera. Una capacità di acquisizione video full HD 1080p standard a 60 fps (e velocità di scatto continuo fino a 6 fps) si abbinano alla lettura sublime 51,200 ISO del T7i, consentendo una vasta gamma di attributi che lo colloca saldamente in cima alla lista per contenzioso DSLR.

Come acquistare la prima Fotocamera DSLR

Il mondo della fotografia è piuttosto scoraggiante: in quanto osservatore, può sembrare che l’elaborata combinazione di conoscenze tecniche e sistemi costosi e di alto livello garantiscano un costo elevato di ingresso, ma ciò non potrebbe essere più lontano dalla verità. Mentre un sistema di telecamere semplice come un Pentax point-and-shoot può farti conoscere i massimi livelli della fotografia, i principali produttori in ambito di acquisizione hanno soddisfatto (piuttosto ampiamente) lo sparatutto entry-level, fornendo numerose piattaforme che sono sia accessibili sia pure come capace.

Originariamente, i sistemi di fotocamere erano un hobby costoso che veniva offerto solo ai ricchi, utilizzando una tecnologia ingombrante e poco pratica che, secondo gli standard odierni, era brutale e inefficiente. Fortunatamente, mentre gli sforzi fotografici prendevano trazione e diventavano più accessibili all’individuo comune, le aziende videro un’ opportunità di business tra le masse di aspiranti creatori. Un mercato che alla fine si sarebbe trovato in prima linea nella società moderna. I produttori innovativi hanno iniziato a escogitare nuovi modi per impacchettare la tecnologia additiva in un pacchetto più piccolo, creando piattaforme alternative a quelle che un tempo sembravano fuori portata per lo sparatutto comune. Mentre la popolarità della fotografia è senza dubbio salito alle stelle negli ultimi due o tre decenni, c’è una sola, secolare domanda che emana continuamente dalla bocca di artisti dilettanti: qual è la migliore fotocamera per un fotografo principiante?

Potrebbe essere difficile distinguere ciò di cui hai bisogno per affinare le tue capacità e ottenere lo stile fotografico che desideri, e il mercato delle DSLR sovradimensionato è destinato a renderlo ancora più scoraggiante. Qual è la differenza tra Nikon e Canon? In che modo le dimensioni del sensore di una telecamera entrano nell’intero algoritmo (e credici, è un algoritmo)? Cos’è una valutazione ISO e perché dovrei preoccuparmi? Su che tipo di obiettivi e ecosistemi dovrei concentrarmi e perché? Tutte queste domande sono rudimentali per un fotografo esperto, ma per un nuovo sangue, sono tutte variabili che “si sommano” al costo più elevato dell’ingresso. Di seguito, chiariremo tutte queste cose e molto altro, quindi per prima cosa chiariamo che cos’è un DSLR.

Che cosa è una fotocamera DSLR?

Le fotocamere reflex digitali (DSLR) sono ancora i dispositivi più apprezzati nel settore. Cosa significa Digital Single Lens Reflex? Ecco una rapida guida.

Una DSLR è una visione elaborativa del sistema di fotocamere reflex a obiettivo singolo originale, che utilizza un sensore di imaging digitale tecnologicamente definito anziché quello comunemente usato per il film. La luce entra nella fotocamera tramite un elemento ottico (o obiettivo) posto davanti al sensore, che viene quindi trasmesso / riflesso verso il mirino della fotocamera tramite uno specchio alternato. In effetti, ciò consente all’immagine che viene trasmessa attraverso l’obiettivo della fotocamera di essere rappresentata in modo identico a quella del sensore, mentre, con una tradizionale impostazione senza obiettivo a singolo riflesso, la fotocamera utilizza una lente separata per il suo mirino e non lo fa t rappresentare ciò che l’obiettivo sta effettivamente vedendo.

Come le loro controparti reflex a obiettivo singolo, le reflex digitali offrono una varietà di opzioni di obiettivi intercambiabili, consentendo al fotografo di immergersi nelle infinite opzioni della fotocamera per ottenere una configurazione dell’obiettivo basata sullo stile e la situazione della ripresa. Ogni azienda produttrice DSLR, utilizza il proprio sistema proprietario di innesto dell’obiettivo – ad esempio, Canon utilizza un sistema di montaggio EF, mentre Nikon è parziale rispetto a un sistema di montaggio F. Ciò significa che gli obiettivi sviluppati per adattarsi a un dispositivo specifico diventano esclusivi per il loro produttore, ma ne parleremo in un secondo momento. Parliamo di cosa cercare quando decidi la migliore reflex digitale entry-level in base alle tue preferenze personali.

Cosa cercare in una fotocamera DSLR?

Megapixel

Per capire l’importanza dei megapixel, analizzeremo ciò che effettivamente è un pixel. In termini fotografici, un pixel è sinonimo di “elemento dell’immagine”, che è composto da quadrati microscopici che, nel nostro caso, sono milioni. Ognuno di questi quadrati registra un certo valore di luce, tonalità e ombra, formando infine un’immagine a grandezza naturale che riproduce la scena che il fotografo desidera catturare. Ogni megapixel (o MP) della fotocamera rappresenta 1.000.000 di pixel, quindi non sorprende che maggiore è il numero di megapixel, maggiore è il potenziale di imaging della fotocamera.

I megapixel non sono il do-all, be-all di una fotocamera digitale. Tuttavia, è qui che le cose diventano un po ‘più complicate. I megapixel non sono il do-all, be-all di una fotocamera digitale: la presenza e l’interazione di altri componenti come sensore, obiettivo e funzionalità ISO può portare a risultati drasticamente diversi. Prendete ad esempio il sistema di fotocamere di un telefono cellulare. Anche se gli ultimi dispositivi intelligenti vantano megapixel che può far vergognare la maggior parte delle reflex digitali entry-level, la foto impallidisce in confronto a una configurazione orientata professionalmente. La verità è che una fotocamera DSLR può ospitare un sensore di immagine più grande e tecnologicamente avanzato, cosa che non può fare un cellulare.

Tutto considerato (e con dimensioni del sensore impostate su una soglia uguale), i megapixel sono importanti per due motivi: ritaglio e dimensionamento della stampa. Una fotocamera che utilizza una risoluzione in megapixel più elevata può gestire il ridimensionamento a un livello molto più alto. Motivo per cui i fotografi professionisti che scattano per riviste, cartelloni e stampe su larga scala preferiscono fotocamere con un numero di megapixel elevato. In genere, le fotocamere moderne utilizzano una soglia di megapixel non inferiore a 12 e non superiore a 36.

È interessante notare che l’importanza delle piattaforme ad alto megapixel è stata oggetto di accesi dibattiti all’interno della comunità fotografica, affermando che valori eccessivi oltre la fascia 16-20 non hanno alcun reale vantaggio rispetto alle loro controparti minori. Per l’interesse del principiante, è importante ricordare che qualsiasi valore in megapixel sopra il valore di cui sopra è solo una ciliegina sulla torta. Ora che capiamo cosa sono i megapixel, parliamo del perché il sensore è uno degli aspetti più importanti di una fotocamera.

Sensori

Per risolvere la controversia dietro il conteggio dei megapixel e la dimensione del sensore in modo efficiente, la suddivideremo con una linea guida facile da ricordare: più grande è il sensore, più informazioni ci saranno per la fotocamera per riprodurre un’immagine . Il sensore di una DSLR agisce come una capsula di Petri figurativa per punti sensibili alla luce chiamati photosites, consentendo la raccolta di dati integrali che possono essere utilizzati dalla fotocamera per sviluppare un’immagine.

Un ampio sensore offre più spazio per l’accumulo dei photosite, mentre un sensore più piccolo no. È elementare comprendere la relazione tra un sensore di immagine più grande ei relativi megapixel: un sensore di grandi dimensioni offre più spazio per l’accumulo dei photosite, mentre un sensore più piccolo non. Tieni questo a mente quando stai acquistando una DSLR che contiene un conteggio di megapixel elevato: se la fotocamera non dispone di un sensore adeguato per utilizzarli, potrebbe essere il momento di passare a una piattaforma migliore.

Come regola generale, ci sono tre dimensioni principali del sensore che vengono utilizzate nella maggior parte delle fotocamere entry-level / consumer: un sensore Micro Four Thirds 4/3, che utilizza un piano da 17.30 x 13.00mm, un APS-C (o ritagliato) sensore che utilizza un piano di 23,60 x 15,60 mm e un sensore Full Frame, che utilizza un piano di 36,00 x 24,00 mm. Sebbene possa sembrare che il sensore Full Frame si trovi di fronte e sopra le altre offerte, tieni presente che queste telecamere sono spesso considerate dispositivi di prosumer / fotografia professionale, il che significa che costano molto di più delle loro controparti per sensori di movimento.

Quando acquisti la tua prima reflex digitale, è importante ricordare che un fattore di ritaglio del sensore ASP-C è circa 1.5-1.6 volte quello di una fotocamera full frame, il che significa che una lente full frame da 50 mm equivale a 80 mm se utilizzata con un ASP-C piattaforma.

Iso Performance

Sebbene l’Organizzazione internazionale per la standardizzazione sia semplicemente il corpo che definisce le valutazioni di sensibilità per i sensori di telecamere, l’ISO di una telecamera viene spesso definito come “sensibilità alla luce”. La valutazione ISO della fotocamera (e prestazioni) è riconosciuta come uno dei tre pilastri di la fotografia. Gli altri due si materializzano sotto forma di tempo di posa e valori di apertura. L’esposizione di un’immagine è controllata attraverso questi tre pilastri e, spesso, i fotografi devono fare affidamento sulle capacità ISO di una fotocamera per creare un’illuminazione artificiale, specialmente in aree scure o sottoesposte.

A seconda della qualità della sensibilità alla luce del dispositivo, ciò potrebbe significare la differenza tra il funzionamento a una soglia molto più elevata (> 32.000+ ISO) rispetto al deterioramento dell’immagine a livelli molto più bassi (<16.000 ISO). Non c’è modo di sfuggire a questo aspetto della fotografia ed è un peccato che il più economico del tuo sistema, meno dinamico sarà quando si tratta di prestazioni ISO. Dimensioni dei sensori più grandi, maggiore sensibilità alla luce e controllo del rumore sono tutti fattori che è necessario prendere in considerazione quando si cerca un sistema di fotocamera ottimale, ma ciò non significa che non si riesca a trovare una via di mezzo perfetta quando si cerca la nuova fotocamera.

Capacità della lente

In ultimo ma non meno importante, parleremo della capacità dell’obiettivo. Il mondo della fotografia è pieno di miti e, in quanto tale, l’importanza di un obiettivo ben progettato viene spesso trascurata a favore di megapixel più elevati e di dimensioni del sensore potenziate. Mentre queste due variabili sono innegabilmente importanti per le prestazioni di una videocamera entry-level, uno dei migliori investimenti che si possono fare è quello di un ecosistema di lenti in buona salute. I corpi macchina vengono continuamente aggiornati per offrire una maggiore tecnologia, diventando più abili ogni giorno che passa, ma una lente ben fatta è eterna. Sebbene oggi i produttori di obiettivi possano offrire miglioramenti moderni rispetto agli obiettivi di messa a fuoco manuale vintage (nel regno delle capacità di autofocus estremamente nitide, un migliore controllo cromatico e un’architettura aggiornata) ci sono ancora un gran numero di dispositivi notevoli che posono fornire una qualità d’immagine eccezionale rispetto a offerte di fascia bassa.

Un buon obiettivo può rendere professionale una fotocamera mediocre, ma una lente non corretta può far sembrare amatoriale una fotocamera professionale. Un buona buona lente è un investimento. Fornisce ai fotografi uno “strumento” adattabile in grado di dipingere il mondo in diversi modi. Per comprendere gli aspetti migliori di un obiettivo, inizieremo con le basi. Man mano che i fotografi crescono e prosperano all’interno della comunità, acquisiscono una migliore comprensione di cosa cercare quando si tratta di lunghezze focali, valori di apertura e controllo qualità tramite ogni diverso sviluppatore di obiettivi. Abbiamo brevemente toccato i diversi ecosistemi di mount all’interno della nostra sezione “What Is A DSLR?”, Ma ora è il momento di immergersi un po ‘più in profondità nella tana del coniglio.

Dal momento che ci stiamo concentrando sulle reflex digitali, toccheremo le offerte di Nikon e Canon, i due principali produttori di DSLR nel settore. Come già detto, Nikon utilizza un sistema di montaggio F, mentre Canon preferisce il proprio innesto EF. La linea EF USM di Canon è l’offerta di punta del marchio, che mostra un marchio “anello rosso” attorno alla circonferenza dell’alloggiamento esterno, mentre l’ammiraglia di Nikon, la linea AF-S NIKKOR, sfoggia un iconico anello d’oro. Questi obiettivi sono facilmente identificabili, compatibili con il telaio completo e offrono l’elemento in vetro della massima qualità sulla parte anteriore del cilindro.

Dall’altra parte dello spettro, abbiamo la gamma EF STM di Canon e le offerte DX di Nikon, che sono considerate le lenti entry-level per ogni marchio. Mentre queste lenti sacrificano le prestazioni dell’autofocus in condizioni di scarsa illuminazione, i motori autofocus silenziosi, il vetro high-end e le costruzioni affidabili e durevoli, sono perfette per il fotografo principiante che sta cercando di farsi strada nel regno della cattura del colore. In sostanza, un fotografo diversificato vorrà un kit completo di obiettivi adattabili: tutto da un grandangolo da 24 mm (o 35 mm), da un 50 mm per la fotografia di gamma media e da 85 + mm a qualsiasi distanza.

Le lenti per principianti sono un modo economicamente efficiente per immergere le dita del piede nel mondo della fotografia, ma se sei disposto a investire il tempo (e il denaro), è sempre una buona idea fare la tua ricerca, studiare i fotografi che trovi ispiratori e scopri come usano il loro kit. Una buona lente è sempre più preziosa di un corpo macchina mediocre – ecco un vecchio saggio adagio da vivere: un buon obiettivo può rendere professionale una fotocamera mediocre, ma una lente male può far sembrare amatoriale una fotocamera professionale.

In conclusione
Ora che abbiamo chiarito alcune delle cose più importanti da cercare in una fotocamera entry-level, sai già quale fotocamera DSLR scegliere?
Se sei un appassionato di immersione e fotografia non dimenticare di leggere la nostra guida sulle migliori macchine fotografiche waterproof.

error: Content is protected !!