I migliori pc gaming 2019

Se stai cercando un PC gaming, potresti aver riscontrato alcune difficoltà nel decidere quale scegliere.
E’ meglio comprare un computer gaming da assemblare o già assemblato?
Di quale budget hai bisogno per giocare fluentemente senza dover cambiare attrezzatura dopo poco tempo?
Quali modelli o componenti sono migliori per un PC da gioco?
A queste ed ad altre domande cercheremo dii dare risposta con la guida per l’acquisto dei migliori PC gaming.
Abbiamo selezionato alcune delle opzioni più interessanti del momento, sia per quanto concerne i PC gaming da assemblare, sia per i PC gaming assemblati e portatili.
Dunque non ci resta che iniziare!

PC gaming assemblati

Quando si acquista un PC assemblato, il prezzo che stai pagando va ben oltre il semplice valore delle singole parti, che lo compongono.
Il servizio di garanzia, il supporto e il fatto che il sistema è stato messo insieme da professionisti, danno una tranquillità sul prodotto acquistato. Pensa anche al design, l’aggiornabilità e tutto ciò che non saresti in grado di fare se lo costruissi da solo.
Queste sono alcune delle cose che apprezziamo molto quando si considerano i migliori PC di gioco assemblati.

In questa sezione vi mostreremo alcuni dei migliori computer desktop gaming già assemblati.

Questa scelta è per coloro che non si sentono a proprio agio nel creare il proprio PC.
Tuttavia se hai il coraggio e le capacità tecniche di provare questa soluzione, puoi saltare alla sezione successiva.

Acer Aspire Gaming Desktop GX-281-UR18

Se hai un budget limitato, Acer Aspire GX-281 è un solido punto di partenza. Il desktop include le economiche Ryde1700 e Nvidia GTX 1060 di AMD. La combinazione lo rende un PC gaming più che sufficiente per i giochi 1080p con impostazioni medie.
Non ti porterà molto oltre, ma il GX-281-UR18 è un ottimo PC a meno di 1200 € e può essere facilmente aggiornato.
Per meno di un centinaio di euro, è possibile aggiornare il sistema con un SSD che migliorerà davvero l’esperienza di gioco. Acer offre anche un ottimo supporto che può essere utile per gli utenti che sono nuovi ai giochi per PC.

L’Aspire è un piacevole passo in avanti rispetto all’edizione speciale XPS. Presenta un sorprendente design nero e rosso con effetti di luce tenui ma intensi che lo fanno risaltare. Non è il PC più accattivante né in termini di illuminazione né di specifiche, ma è un’ottima opzione di fascia media. Dispone inoltre di un pratico pad di ricarica wireless Qi. In questo modo è possibile caricare il telefono o altri dispositivi mobili mentre si lavora o si gioca, senza bisogno di nessun cavo aggiuntivo.

PC gaming da assemblare

Uno dei maggiori vantaggi nella creazione del proprio PC da gioco è essenzialmente la possibilità di selezionare ogni singolo componente del sistema. Ciò ti consente di dedicare il tuo tempo alla ricerca della combinazione perfetta di componenti per soddisfare le tue esigenze di budget e prestazioni.
Il rovescio della medaglia per i meno esperti è che l’intero processo può richiedere un po’di tempo e ha il potenziale di causare un bel mal di testa se qualcosa va storto.
È qui che i PC gaming assemblati brillano davvero.
Tuttavia se ti senti pronto e hai le competenze per creare il tuo PC gaming ecco una lista delle migliori configurazioni suddivise per budget.

Economico 300 euro

Con questa configurazione potrai giocare con qualsiasi titolo a risoluzioni 720p e anche a 1080p nel caso di giochi come LOL, Dota 2, Overwatch, Counter Strike: Offensiva globale e così via.

Con altri videogiochi graficamente più esigenti, dovrai ridurre la qualità dell’immagine a un livello medio-basso.

Inoltre, è possibile utilizzarlo anche per altre attività come il video o il fotoritocco, purché non sia molto professionale. Naturalmente, anche per le attività di base, come la navigazione in Internet, la visione di film e serie preferiti, lavoro con programmi di ufficio e così via.

Per raggiungere una configurazione così economica ed equilibrata, abbiamo optato per un’ APU AMD Ryzen 2200G, che offre un incredibile rapporto qualità-prezzo, grazie ad un processore integrato 4-core e di un chip grafico Vega Radeon 8 in un unico componente.

Per risparmiare sui costi e mantenere il prezzo sotto la soglia dei 300€, raccomandiamo un hard disk da 500 GB. Anche se per pochi euro in più è possibile sostituirlo con un 1 TB, il doppio della capacità.

Abbiamo anche incluso in questa configurazione un alimentatore di base, una scelta giustificata dal basso budget di cui disponiamo. Tuttavia, se hai più disponibilità, ti consigliamo di acquistare una fonte di energia migliore.

Da 400 euro

Per questa configurazione di computer da gioco per 400 euro torniamo a optare per una APU AMD, anche se in questo caso più potente: la Ryzen 5 2400G.

Questo processore con grafica integrata ti darà un vantaggio in più rispetto al  2200G, guadagnando alcuni FPS e rendendolo un PC più adatto per 1080p. E la cosa migliore è che la CPU stessa è abbastanza buona per il suo prezzo. In un secondo momento è possibile aggiungere una scheda grafica dedicata.

Ha 4 core e 8 thread e funziona a 3.6 GHz e 3.9 GHz (in modalità normale e turbo, rispettivamente), e si trova di fronte all’Intel Core i3-8100.

La parte grafica, è equipaggiato un chip Radeon Vega 11 che consente di giocare la maggior parte dei giochi di oggi in Full HD con bassa qualità. In questo modo, puoi goderti un’esperienza fluida per poco più di 150 euro.

Abbiamo anche aumentato la RAM, fino alla quantità standard di 8 GB, e il disco rigido, per avere 1 TB di spazio di archiviazione.

Oggi è difficile, se non impossibile, ottenere una configurazione così potente e completa per questo prezzo.

Da 500 euro

Con 500 euro è possibile creare un computer da gioco che supera la PS4 e la Xbox One, offrendo una grafica più che solida negli ultimi giochi sul mercato.

Per raggiungere questo obiettivo raccomandiamo un processore Intel Pentium G4560, uno dei migliori processori economici attualmente sul mercato. Ha una velocità di 3,5 GHz, supporta un leggero overclocking per renderlo ancora più veloce e ha la tecnologia Hyper-Threading. Quindi i suoi due core fisici vengono convertiti in 4 thread virtuali.

Un altro vantaggio è che le piastre di base compatibili sono abbastanza economiche, il che aiuta a ridurre il prezzo finale del nostro sistema.

Nell’ambito della stessa fascia di prezzo è anche possibile considerare un Ryzen 3 1200, che ha quattro core ed è più potente del Pentium G4560, specialmente in attività diverse dai giochi: progettazione grafica, editing video e così via.
Ma in questo modo, ciò che risparmiamo nella CPU può essere investito in una grafica superiore, che alla fine è ciò che farà la differenza quando si gioca.

Per quanto riguarda la scheda grafica, riteniamo che l’opzione migliore in questa fascia di prezzo sia l’AMD Radeon RX 560, in particolare la versione da 4 GB (ce ne sono altri 2 GB più economici).

La Radeon RX5 60 ci sembra un’ottima opzione in termini di prezzo di qualità. Nonostante sia una scelta di fascia bassa, è all’altezza degli ultimi giochi killer del mercato con un’alta qualità, anche se potrebbe essere necessario abbassarlo un po ‘ o disabilitare l’antialising se si desidera mantenere circa 60 FPS stabili (a seconda del gioco).

Questa configurazione non richiede molta potenza per funzionare. Quindi un alimentatore da 450 w è più che sufficiente. Certo, metteremo una buona qualità, ma un prezzo in base al nostro budget di 500 euro.

Da 750 euro

Con 700-800 euro possiamo ottenere un PC da gioco che può già essere considerato di fascia media, con un buon bilanciamento tra basso costo e buone prestazioni.

Come cuore del sistema abbiamo scelto il processore Intel Core i3-8100, già presente nel budget precedente di 500 euro e che manteniamo ancora in questo, grazie alla sua grande potenza derivata dai suoi 4 core e 8 thread e dalla sua frequenza di base di 3, 2 GHz.

È vero che l’i5-8400 o il Ryzen 5 2600 ci avrebbero offerto prestazioni migliori, il che si tradurrebbe in qualche FPS in più, ma questo modello è più economico e rappresenta comunque un’ottima scelta.

In cambio, ciò che risparmiamo nel processore sarà investito in una scheda grafica di livello superiore. La Nvidia GTX 1060 3 GB, ci permetterà di goderci senza intoppi di jitter di qualsiasi gioco a 1920 × 1080.
Tuttavia, se puoi spendere di più, puoi investire in una grafica superiore, come la GTX 1060 di 6 GB o la RX 570, che ti darà una durata maggiore e potrai massimizzare virtualmente i dettagli visivi.

Inoltre, questa apparecchiatura supporta anche una scheda di fascia alta, come la GTX 1080 o la GTX 1070, nel caso in cui ci si possa permettere in futuro e si decida di migliorare il proprio PC.
È possibile installarlo senza preoccuparsi del processore causando un collo di bottiglia.

10 suggerimenti per l’acquisto di un PC gaming

Comprare un PC a pezzi è solitamente più economico rispetto all’acquisto di uno già assemblato, ma è anche vero che comporta i suoi rischi. Tra questi, scegliere una strategia sbagliata o commettere errori nella scelta dei componenti, che a volte può produrre esattamente il risultato opposto.

Pertanto, ci sono alcuni trucchi e suggerimenti da tenere in considerazione se si desidera risparmiare di più e ottenere un’attrezzatura adatta alle proprie esigenze senza spendere una fortuna.
Eccone alcuni.

1.Pianifica bene di quali componenti hai bisogno

Sembra ovvio, ma ci sono molte persone che acquistano quasi d’impulso, seguendo le mode del mercato o i consigli del cognato, e senza pianificare quali siano le reali esigenze.
Se si desidera il PC per le attività di ufficio o semplicemente per giocare ai giochi classici, è inutile acquistare, ad esempio, l’ultima scheda grafica sul mercato.
Devi aver ben chiara l’importanza di ogni pezzo nella tua configurazione.
Evita il risparmio eccessivo sull’alimentazione. Salva la maggior parte del budget per la scheda grafica se vuoi giocare titoli impegnativi o non sprecare la capacità del disco rigido sono alcuni suggerimenti che potrebbero venire bene per dedicare soldi a ciò che è veramente importante.

2.Pensa a lungo termine

Quando acquisti un PC gaming, l’obiettivo dovrebbe essere quello di scegliere un dispositivo che duri il più a lungo possibile. Considera la possibilità che tra qualche anno sia necessario rinnovare o aggiungere qualche componente: più RAM, un SSD, un processore più potente … Queste sono decisioni che dovresti prevedere in anticipo, in modo che quando arriverà il momento non avrai problemi . Ad esempio, scegliere una scheda madre con connettori sufficienti, una scatola con spazio sufficiente per ospitare parti future e un alimentatore con un determinato margine di alimentazione. In questa sezione dobbiamo anche evidenziare l’importanza di scegliere correttamente il sistema del processore, cioè il socket che usa. Se si sceglie un processore e una scheda madre Intel LGA 1150 ora, e in futuro si desidera eseguire l’aggiornamento a una CPU LGA 1151 più moderna, sarà necessario modificare anche la scheda per renderla compatibile.

3.Acquista online

Se vuoi trovare i prezzi migliori, dovresti cercare online. Ci sono ancora persone riluttanti a comprare su Internet, ma al giorno d’oggi è totalmente sicuro (se sai dove comprare, ovviamente). I negozi elettronici tendono ad avere costi inferiori rispetto ai negozi fisici tradizionali e spostano un volume di vendite molto più ampio. Questo consente loro di offrire prezzi più bassi (di solito). Ci sono molte opzioni tra cui scegliere, ma il nostro preferito è Amazon.

4.Cerca, confronta e sii paziente

Non commettere l’errore di acquistare compulsivamente. Si consiglia di confrontare i prezzi in diversi negozi online e anche in date diverse, poiché il prezzo dei componenti di solito oscilla molto. Se esegui correttamente i tuoi compiti, è probabile che finirai per acquistare in due o più negozi diversi, scegliendo sempre i componenti più economici in ognuno. Questo ha come rovescio della medaglia di pagare più costi di spedizione, ma normalmente il risparmio sarà sempre più alto.

5.Conforme con 4 GB di RAM

Ok, è vero che 8 GB è la quantità di RAM standard al giorno d’oggi. E a poco a poco si stanno imponendo anche i 16 GB.
Ma se hai un budget davvero basso, dovrai accontentarti. Con 4 GB di RAM non avrai problemi, specialmente se non giochi con una qualità grafica molto alta. Quindi risparmia su questo elemento e investi di più nella CPU e nella grafica. Se quest’ultima ha una buona quantità di DRAM, la carenza di RAM passerà inosservata. In ogni caso, se in seguito pensi che la memoria non sia sufficiente, puoi espanderla aggiungendo altri moduli. Devi solo assicurarti che la tua scheda madre sarà in grado di gestire l’estensione.

6.Scegli un disco rigido di piccola capacità

La stessa cosa che abbiamo detto nel punto precedente possiamo dire sull’hard disk. La cosa normale è pianificare l’acquisto di un disco rigido da 1 TB. Ma se non sei uno di quelli che memorizzano troppi file, puoi optare per un 500 GB. Inoltre, se ti abitui a cancellare giochi e programmi che non usi più e pulire frequentemente, puoi salvare un sacco di spazio. In ogni caso, si deve rilevare che i prezzi dei dischi da 1 TB sono abbastanza a buon mercato rispetto a qualche anno fà. Quindi non aspettatevi di risparmiare una fortuna. Ma pochi euro possono sempre far comodo.

7.Eliminare il registratore DVD

La maggior parte degli utenti non usa il masterizzatore DVD al giorno d’oggi, quindi è possibile risparmiare pochi euro optando invece per un lettore DVD di base senza una funzione di registrazione. Inoltre, abbiamo il coraggio di dire che anche questo si può fare a meno del tutto con lettore DVD, dal momento che la nube è diventato uno strumento essenziale per i backup e giochi disponibili per il download in formato digitale sono state imposte in via definitiva .

8.Dimentica quella torre dal design accattivante

A tutti noi piace avere il nostro team all’interno di torri di design futuristico e con luci a LED ovunque, ma l’estetica deve andare in secondo piano quando si tratta di risparmiare. Concentrati sulla funzionalità e lo spazio disponibile della confezione e scegli marchi economici come Nox o Aerocool. Vedrai che molti modelli hanno una valutazione molto buona da parte degli utenti ma non entrano negli occhi (e che diavolo, alcuni sono anche molto belli).

9.Cerca periferiche economiche

Qui il consiglio migliore è di riutilizzare le periferiche del vecchio PC. Ma se sono così vecchi che stanno cadendo a pezzi o se è il tuo primo computer e non hai scelta, ma per comprarne di nuovi, alla ricerca di un mouse, una tastiera e altoparlanti o le cuffie di base, che fanno bene e senza fanfare il loro lavoro. Scartare tutto ciò che ha la parola “gioco” nel nome e come nel punto precedente, lasciare da parte l’estetica. La tua tasca lo apprezzerà.

10.Approfitta delle offerte

Se siete nei pressi di alcune importanti periodo di vendita, come Venerdì nero, Cyber ​​Lunedi o Primo Giorno di Amazon, è meglio aspettare fino ad allora, dal momento che è molto probabile che finiscono per pescare qualsiasi affare. Non essere ingannato neanche: a volte i prezzi appariranno molto più bassi di quanto non siano in realtà. Ma se li hai osservati da vicino per un po ‘, saprai quando stai davvero affrontando una buona opportunità e quando ti stanno dando una lepre.

PC gaming portatili

In passato, i migliori PC portatili gaming non erano poi così diversi dagli altri laptop: purché avessero un processore Core i7, 8GB di RAM e una grafica discreta. I pc gaming hanno fatto molta strada negli ultimi anni.

Tuttavia, nel 2019, i migliori pc gaming portatili sono completamente diversi rispetto al passato.
Funzionano tutti con Windows 10. Puoi prendere un portatile ultrasottile che utilizza la tecnologia Max-Q di Nvidia o acquistare un potente e goffo mostro che può eseguire qualsiasi gioco senza alcuna fatica. E ora che Intel ha rilasciato una vasta gamma di CPU Coffee Lake di ottava generazione per computer portatili, incluso il robusto Core i9-8950HK, non ci sono limiti su ciò che i migliori portatili di gioco sono in grado di fare.

Quindi, sia che tu stia cercando un pc portatile che puoi usare sia per lavoro ma anche per giocare, o se vuoi un gigante del gioco tradizionale, abbiamo i consigli che stai cercando.
E, poiché abbiamo recensito e classificato tutti i migliori pc gaming siamo sicuri che troverai esattamente ciò di cui hai bisogno proprio qui in questa lista.

Asus ROG Strix GL502VS-DS71

ROG Strix GL502VS di Asus è secondo noi il miglior pc gaming portatile. Combina un solido set di funzionalità con una qualità costruttiva decente, il tutto a un prezzo ragionevole.

È abbastanza grande da darti lo schermo necessario per giocare senza strizzare gli occhi, ma non così grande da richiedere uno speciale zaino per un pc gaming.
In altre parole, è il fattore di forma che consente un PC da gioco portatile di essere effettivamente portabile.

Il ROG Strix GL502VS soddisfa questa promessa di portabilità. Con uno spessore di soli 30 mm, è uno dei notebook GTX 1070 più sottili che abbiamo testato.

Specifiche Tecniche

  • CPU: Intel Core i7-7700HQ (base 2,8 GHz)
  • GPU: GeForce GTX 1070 da 8 GB
  • RAM: 16 GB DDR4-2400
  • Display: LCD Wide View da 15,6 “con refresh a 120 Hz e G-Sync (1920×1080)
  • Memoria: SSD NVMe da 128 GB, HDD da 1 TB e 5400 RPM
  • Batteria: 62 Wh
  • Connettività: presa combinata cuffie / microfono, 3x USB 3.0, 1x USB 3.1 Tipo C, 1x mini-DP, 1x HDMI, 1x RJ45, scheda SD
  • Sistema operativo: Windows 10 Home 64-bit
  • Peso: 4,80 libbre.
  • Spessore: 1,2 “(30 mm)

Come la maggior parte dei portatili testati in questa categoria, il GL502VS presenta una CPU Intel Core i7-7700HQ, RAM DDR4 da 16 GB e una GPU GTX 1070. Dove si distingue, a parte il fattore di forma già menzionato, è nel suo display. Dove la maggior parte dei portatili da gioco offre uno schermo IPS G-Sync 1080p, sono per lo più frenati da pannelli con una frequenza di aggiornamento di 60Hz.

Il GL502VS fa passi avanti con un pannello opaco 1080p “simile a IPS” con una frequenza di aggiornamento di 120Hz. Sinceramente, gran parte della potenza di spinta dei pixel della GTX 1070 viene sprecata su uno schermo a 60 Hz, poiché è più che capace di mantenere framerate ben oltre gli 80-100 FPS a 1080p. Con lo schermo G-Sync da 120 Hz del GL502VS, non sei costretto a scegliere tra lo strappo dello schermo e superiore a 60 FPS.

Considerando la somiglianza di internals, i portatili che abbiamo testato hanno ottenuto risultati relativamente vicini nel nostro benchmarking. A dire il vero, la differenza tra il punteggio più alto e quello più basso è piuttosto contenuta da essere per lo più trascurabile. Nondimeno, il GL502VS ha segnato nella parte superiore della classe contro i computer portatili similmente spec’d, più costosi.

A nostro parere, il telaio del GL502VS rappresenta un enorme miglioramento rispetto al laptop G752VS più grande e costoso di Asus, la versione aggiornata di uno dei nostri laptop preferiti in passato. Il GL502VS ha un aspetto più sobrio che mantiene un po ‘l’estetica angolare del marchio ROG mentre attenua alcuni degli stili più aggressivi e in un pacchetto più piccolo da utilizzare. Naturalmente, le dimensioni del G752VS derivano principalmente dalle grandi prese d’aria posteriori, ma nei miei test le dimensioni ridotte del GL502VS non la limitavano a livello termico in alcun modo evidente, e arrivano ad un prezzo molto più interessante.

Per la connettività, il GL502VS ha tutti i soliti sospetti: tre USB 3.0 insieme a un USB Type-C, nonché uno ciascuno di HDMI e Mini DisplayPort per il collegamento a monitor esterni. Sfortunatamente, manca la connettività Thunderbolt 3 nella porta Type-C, limitando i trasferimenti a 10 Gbps invece dei 40Gbps ultraveloci di Thunderbolt 3.

L’altro svantaggio principale del GL502VS è la durata della batteria. Con solo una batteria da 62 Wh, il consumo energetico della GTX 1070 significa che il tempo trascorso dal muro è limitato a solo un’ora o due, anche se non si gioca. Detto questo, la mancanza di durata della batteria è più che compensata quando si considera il prezzo del GL502VS. A $ 1,699, sono centinaia di dollari in meno rispetto alla maggior parte dei portatili GTX 1070. E anche se non è il più portatile, soprattutto se confrontato con l’ultra-sottile Razer Blade oi prossimi laptop Nvidia Max-Q, è abbastanza piccolo per uno zaino normale e abbastanza leggero da non rompersi le spalle. Naturalmente, se si insiste su un maggior numero di schermi, il GL702VS da 17 pollici è effettivamente lo stesso laptop in una cornice più grande.

Acer Predator Helios 300

Per la categoria di budget di questa guida, mi sono concentrato sui portatili da gioco con GPU GTX 1060 nell’intervallo da $ 1.000 a $ 1.500. È possibile trovare portatili da gioco per meno di $ 1.000, ma di solito raggiungono quel prezzo più basso ridimensionandoli a una GPU GTX 1050 o 1050 Ti (o di vecchia generazione), che è significativamente meno capace di gestire i giochi più esigenti di oggi. La GTX 1060, d’altra parte, offre un buon rapporto prezzo-prestazioni che funziona bene per i giochi 1080p @ 60fps.
Acer’s Predator Helios 300 è il miglior laptop di gioco economico per la maggior parte degli utenti. Come altri nella categoria, presenta una CPU Intel Core i7-7700HQ, RAM DDR4 da 16 GB e la già citata GPU Nvidia GeForce GTX 1060. La maggiore differenza tra i portatili testati è nelle specifiche di archiviazione, nella qualità di costruzione e nel prezzo. E come i portatili GTX 1070 testati per la migliore categoria di laptop, la maggior parte dei laptop ha prodotto risultati simili in tutti i nostri test di benchmarking. In altre parole, per quanto riguarda le prestazioni, c’è pochissima differenza tra i vari portatili con caratteristiche simili in questa fascia di prezzo. Ecco come i laptop GTX 1060 sono andati avanti l’uno contro l’altro:

Quindi, se tutti i laptop funzionassero allo stesso modo, cosa distingue Helios 300? Due cose principali: durata della batteria e prezzo. Parliamo prima di prezzo. Ho menzionato l’utilizzo di una gamma da $ 1.000 a $ 1.500 per questa categoria, ma la maggior parte dei laptop costa circa $ 1.350. Risparmia per uno: l’Helios 300, che ha un prezzo di $ 1,100 MSRP e ampiamente disponibile per $ 1,050. Considerando che le funzionalità sono quasi identiche all’Asus ROG GL502VM ($ 1,350) e MSI GE62VR Apache Pro ($ 1,400), l’Helios 300 ($ 1,050) vince facilmente solo sul prezzo.

Specifiche Tecniche

CPU: Intel Core i7-7700HQ (base 2,8 GHz)
GPU: GeForce GTX 1060 6 GB
RAM: 16 GB DDR4-2133
Display: 15.6 “IPS (1920×1080)
Memoria: SSD SATA da 256 GB M.2
Batteria: 48Wh
Connettività: presa combinata cuffia / microfono, 2x USB 2.0, 1x USB 3.0 con alimentazione, 1x USB 3.1 Tipo C, 1x HDMI, 1x RJ45, scheda SD
Sistema operativo: Windows 10 Home 64-bit
Peso: 5,95 libbre.
Spessore: 1,5 “(33 mm)

L’unica cosa che abbiamo notato mancare  sull’Helios 300 è mancante, è G-Sync. Lo schermo opaco 1080p di Helios 300 non è niente di speciale, non è luminoso come uno schermo IPS per desktop, ma non è neanche lontanamente paragonabile ai colori sbiaditi che abbiamo visto su alcuni pannelli TN economici. Senza G-Sync, però, avrai a che fare con lo screen tearing se spegni la sincronizzazione v e il framerate scende sotto i 60fps.

Detto questo, la GTX 1060 manterrà facilmente 60 fps con alcune impostazioni ottimizzate in quasi tutti i giochi di fascia alta (ricordate che i nostri benchmark di fps hanno impostazioni al massimo, quindi un piccolo tweak può facilmente ottenere i 10 o 20 in più fps necessari per mantenere 60). Con questo in mente, puntare a 60 fps con v-sync on è una solida alternativa per gestire il prezzo premium della tecnologia G-Sync di Nvidia.

Se il prezzo da solo non è sufficiente per ondeggiare verso l’Helios 300, la sua durata superiore della batteria è un altro punto di forza. Quasi tutti i laptop che ho provato (sia in questa categoria che in altri) usano solo la loro scheda grafica dedicata, anche durante il normale utilizzo non di gioco. Ciò significa che la GPU è sempre alimentata, riducendo la durata della batteria fino a una o due ore. L’Helios 300, d’altra parte, passa alla grafica integrata durante i normali periodi di non gioco, migliorando in modo significativo la durata della batteria.

Durante la normale navigazione con luminosità impostata al 50 percento, l’Helios 300 è durato più di quattro ore senza collegarlo, abbastanza a lungo per le riunioni back to back o per un volo di media durata. Con la modalità di risparmio energetico e la luminosità più bassa, è possibile aumentarla a sei o più ore.

Gigabyte Aero 15X-BK4

Il miglior portatile di gioco Max-Q per la maggior parte degli utenti è il Gigabyte Aero 15X-BK4. Dotato di un processore Intel Core i7-7700HQ e GPU Nvidia GTX 1070 Max-Q, Aero 15X è abbastanza potente da eseguire la maggior parte dei giochi a 1080p / 60fps o superiore su impostazioni ultra. Non è il più economico dei portatili Max-Q 1070 che ho provato, ma ha sovraperformato la concorrenza e lo ha fatto con un fattore di forma leggermente più piccolo.

Ogni laptop Max-Q che ho provato disponeva di uno schermo 1080p da 15,6 pollici, anche se con caratteristiche diverse oltre a questo. Ciò che distingue Aero 15X, nonostante offra solo una frequenza di aggiornamento di 60 Hz (mentre molti concorrenti offrono schermi a 120 Hz), è il suo fattore di forma. La massima portabilità dei sistemi Max-Q su tutto il resto, e Aero 15X ci riesce soprattutto grazie a una cornice da 5 mm che consente di misurare l’intero laptop con una larghezza di 14 pollici (le dimensioni di un MacBook Pro da 15 pollici), rispetto a 15 pollici per tutta la concorrenza.

Questa leggera differenza nelle dimensioni complessive del telaio significa che l’Aero 15X non è solo sottile e leggero, ma si adatta anche più facilmente a uno zaino di dimensioni normali. Per l’uso quotidiano, ho uno zaino con chiusura a scatto in tela, per niente destinato a contenere un laptop da gioco. Quella differenza in pollici significava che l’Aero 15X si adattasse comodamente al mio zaino, mentre la sua competizione principale – MS63 GSA Apache Pro e Eurocom Q5 – entrambi punteggiavano leggermente gli angoli. Se ti interessa soprattutto la portabilità, Aero 15X regna sovrana.

Specifiche Tecniche

CPU: Intel Core i7-7700HQ (base 2,8 GHz)
GPU: GeForce GTX 1070 8GB Max-Q
RAM: 16 GB DDR4-2400
Display: LCD Wide View da 15,6 “con aggiornamento a 60 Hz e certificazione Pantone X-Rite (1920×1080)
Memoria: 512 GB PCIe NVMe SSD
Batteria: 94 Wh
Connettività: presa combinata cuffie / microfono, 3x USB 3.0, 1x Thunderbolt 3 (USB Type-C), 1x mini-DP, 1x HDMI, 1x RJ45, scheda SD
Sistema operativo: Windows 10 Home 64-bit
Peso: 4,6 libbre. (incluso 200W power brick)
Spessore: .78 “(19,8 mm)

Ma per quanto riguarda le prestazioni? Aero 15X offre anche a questo proposito. Con una specifica interna quasi identica, i sistemi da noi testati producevano benchmark di gioco e produttività simili quasi identici. Anche così, l’Aero 15X ha ottenuto il punteggio più alto (anche se con uno stretto margine) in quasi tutti i nostri test. La variante Max-Q della GTX 1070 è abbastanza potente da mantenere 1080p 60fps nella maggior parte dei giochi alle impostazioni massime o vicine. Nell’aumento del Tomb Raider, ad esempio, l’Aero 15X ha ottenuto una media di 94 fps nel benchmark in tre parti del gioco. In Overwatch, il mio framerate è rimasto ben sopra i 100fps usando l’ultra preset (ma con i riflessi dinamici disattivati).

Per i giochi più recenti e impegnativi, come Total War: Warhammer II e Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands, l’Aero 15X attira numeri un po ‘timidi di 60 fps a 1080p ultra, ma puoi facilmente ottenere quel numero sopra i 60 con pochi modifiche alle impostazioni. Ecco una tabella di confronto dei tre sistemi, con l’Asus GL502VS (non Max-Q) alimentato a GTX 1070, la nostra scelta complessiva per il miglior laptop di gioco in generale, come punto di riferimento.

Come potete vedere, i sistemi Max-Q offrono prestazioni leggermente inferiori rispetto alle controparti non Max-Q, ma non di molto. E quando si confrontano i sistemi Max-Q l’uno contro l’altro, l’Aero 15X supera la concorrenza.

Che dire della produttività e di altre attività non di gioco? Anche l’Aero 15X ha successo in questo senso. Ha ottenuto il punteggio più alto (anche se ancora con uno stretto margine) in Cinebench R15, 3DMark Fire Strike e CrystalDiskMark Q32 Sequential Read e un secondo vicino in PCMark 10 Express e CDM Q32 in scrittura sequenziale.

Parte di questi punteggi più alti, specialmente nei test di trasferimento dati, è dovuta alle migliori caratteristiche di storage di Aero 15X, le specifiche di base che stiamo esaminando con un SSD NVMe PCIe Gen3 x4 da 512 GB con fino a 3.200 / 1.700 MB / s. / Velocità di scrittura, solo per la velocità offerta dal venerabile Samsung 960 Pro (3.500 / 2.100 MB / s). Le specifiche di archiviazione più veloci rappresentano anche alcuni dei più alti prezzi di Aero 15X: il più economico MSI GS63VR Stealth Pro è dotato solo di un SSD SATA M.2 da 256 GB.

L’Aero 15X non è privo di inconvenienti. Oltre al prezzo, offre anche uno schermo a 60Hz, mentre l’offerta di MSI, così come molti sistemi non Max-Q, arriva a 120Hz. Inoltre, nessuno dei sistemi GTX 1070 Max-Q che ho provato offriva G-Sync (sebbene sia disponibile sui più costosi sistemi GTX 1080 Max-Q). Era un po ‘una dura pillola da ingoiare, specialmente proveniente da un desktop installazione in cui consigliamo di giocare a 144Hz o superiore, idealmente con G-Sync. Ma 60Hz non è la fine del mondo, soprattutto perché segna una barra inferiore per il Max-Q GTX 1070 da colpire per mantenere un’esperienza visiva senza lacrime.

Inoltre, il pannello panoramico Aero 15X è dotato della certificazione Pantone X-Rite, che lo rende uno dei migliori di tutti i sistemi testati. Tuttavia, la cornice da 5 mm sullo schermo indica che la webcam è relegata al di sotto del display, simile a quella di Dell XPS 13. Non è un grande angolo per lo streaming o anche per le videoconferenze e anche la qualità delle immagini non è eccezionale.

L’altro problema che ho riscontrato con Aero 15X è la sua tastiera. I tasti sono leggermente rigidi e più vicini rispetto a quelli di alcune tastiere chiclet. Probabilmente a causa della compressione di una tastiera di dimensioni normali nella larghezza di 14 pollici del portatile. La rigidità dei tasti mi è sembrata un po ‘innaturale all’inizio, causandomi più errori di battitura del solito, ma è il tipo di cose che ci si abitua nel tempo, come passare da una membrana a una meccanica tastiera, o da un tipo di interruttore a un altro.

Infine, l’Aero 15X ha un altro coup de grance in questa battaglia di prestazioni portatili: durata della batteria. È dotato di una batteria da 94 Wh (rispetto a 51 e 60 Wh per i sistemi MSI ed Eurocom). In pratica, questo ha portato alla durata della batteria per tutto il giorno per il lavoro e la navigazione in internet. Come ulteriore vantaggio, il power brick dell’Aero 15X è più leggero e compatto della maggior parte e ha una porta USB integrata per caricare altri dispositivi.

Nonostante il costo leggermente superiore, Gigabyte Aero 15X offre le prestazioni promesse dalla filosofia Max-Q di Nvidia nel fattore di forma più portatile. È più piccolo, più leggero e offre la migliore durata della batteria. I sistemi Max-Q sono più costosi e leggermente meno potenti delle loro controparti non Max-Q, ma il sacrificio a tale riguardo è più che compensato dalla portabilità. L’Aero 15X fa un ulteriore passo in avanti, poiché il suo fattore di forma compatto compensa più di qualsiasi mancanza.

Tutto sommato, si tratta di un laptop in grado di riprodurre i giochi più recenti in corrispondenza delle impostazioni massime o addirittura di funzionare come una workstation portatile, indipendentemente dal fatto che la workstation sia un cubicolo, una sala conferenze dell’ufficio o un divano.

HP Omen 17

La divisione giochi di HP Omen offre una bella offerta nello spazio laptop, concentrandosi su grafica di alto livello e riducendo gli angoli altrove per mantenere bassi i prezzi. È il più competitivo con il GL502VS quando si tratta di prezzo, in realtà arrivando a $ 100 in meno quando in vendita per un sistema con specifiche simili. È anche disponibile con un aggiornamento dello schermo 4K, se è qualcosa che ti interessa, ma ti consigliamo di stare lontano dal tentativo di 4K su un laptop, in quanto l’esecuzione di quella risoluzione elevata nei giochi richiede una potenza grafica molto maggiore di quella offerta dalla GTX 1070. Il GL502VS ci piace ancora più di Omen 17, in quanto è un fattore di forma da 15 pollici ed è stato l’unico laptop che abbiamo testato per offrire uno schermo a 120Hz.

Alienware 15

Fedele al nome omonimo dell’azienda, l’Alienware 15 (disponibile anche nei fattori di forma da 13 e 17 pollici) è il design più incentrato sui giochi di tutti i portatili che abbiamo testato, con uno stile aggressivo, LED luminosi lungo il pannello e retroilluminazione dietro il touchpad che gli conferisce una strana luce straniera. È anche uno dei più voluminosi, soprattutto per un 15 pollici, del peso di 7,8 libbre. È una macchina solida in generale, frenata dal prezzo – senza dubbio un premio che stai pagando per il nome e lo styling di Alienware – che costa quasi $ 300 in più per un sistema spec’d in modo simile al GL502VS.

Aorus X5 v6

Voglio amare X5 v6, davvero. La divisione gaming di Gigabyte, Aorus, è stata in anticipo rispetto alle potenze portatili sottili e leggere, e il laptop X5 v6 ha quasi mantenuto la promessa. A colpo d’occhio, ha tutto ciò che voglio: è un laptop estremamente potente in uno dei fotogrammi più piccoli che abbia mai visto e probabilmente continuerà a tenere quel titolo fino a quando i laptop Max-Q di prossima generazione raggiungeranno le strade entro la fine dell’anno. Naturalmente, la sua ingegneria salvaspazio ha un prezzo eccezionale – a $ 2249 (in vendita), è il più costoso laptop GTX 1070 che abbiamo testato. Anche così, il prezzo potrebbe valerne la pena, poiché viene fornito con uno splendido schermo a risoluzione 3K (2880 x 1620), migliore di 1080p ma non così impegnativo come 4K, e il fattore di forma è davvero spettacolare.

Il mio problema principale è la tastiera. Ho esaminato più unità di test dell’X5 v6 e ogni volta ho riscontrato un problema con la tastiera (che, tra l’altro, ha il pieno controllo della retroilluminazione RGB). La prima volta, diversi tasti hanno sofferto di un fastidioso problema del doppio tocco, mentre la tastiera della seconda unità sembrava spugnosa nella costruzione e spesso non registrava i tasti premuti. (E prima che tu me lo chieda, sì, ero completamente aggiornato con i driver corretti.) Una ricerca superficiale scopre che non sono l’unico con problemi. YMMV, ma QC sembra essere un problema qui.

Acer Predator 17

Il portatile Acer Predator 17 è più in concorrenza con il più grande G752VS che ho menzionato sopra, e con 1.899 dollari offre un caso convincente. È un computer portatile solido se non ti dispiace il peso (9,4 libbre) e lo stile aggressivo di Predator, ma non senza problemi. Ho riscontrato lo stesso problema su due unità di revisione in cui lo schermo sfarfallava con impostazioni di luminosità inferiori. Questo è stato per lo più dimenticato una volta che ho lasciato la luminosità vicino al massimo, ma fastidiosamente fastidioso per le volte in cui non volevo tanto bagliore in una stanza buia o volevo risparmiare sulla durata della batteria. Come la tastiera di Aorus, non so quanto sia diffuso il problema, ma è qualcosa da tenere a mente, soprattutto perché Acer ha avuto problemi di controllo qualità con i suoi display in passato.

MSI GT62VR 7RE Dominator Pro

Il GT62VR di MSI proviene dalla scuola di progetti di laptop più voluminosi, sebbene rappresenti un netto miglioramento rispetto alla precedente serie GT6 di MSI da diverse generazioni. Si abbina bene con il GL502VS nella maggior parte delle aree, inclusa l’opzione per un pannello IPS a 120 Hz a 1080p. Il problema è che il pannello non è abilitato a G-Sync, ma ci sono alternative G-Sync e 4Kp60 a 1080p75, anche in questo caso, eviterei il 4K.

La retroilluminazione RBG, gli accenti rossi aggressivi e il logo di Dragon Army di MSI sulla copertina fanno di questo notebook un gioco ovvio, che potrebbe non adattarsi così bene agli incontri di lavoro. Mettendo le bilance a 6,5 ​​libbre, non è il più pesante del gruppo, ma a 1,57 pollici (39,8 mm) è uno dei più spessi. Se non ti dispiace un po ‘di spessore extra o l’estetica del gioco, MSI offre una buona alternativa ad Asus. Il GT72VR 7RE Dominator Pro è un notebook ancora più grande con caratteristiche e linguaggio di progettazione altrimenti simili.

MSI GE62VR Apache Pro

GE62VR Apache Pro di MSI porta molto in tavola. Le sue specifiche e le prestazioni sono quasi identiche al nostro vincitore, l’Helios 300, ma a un prezzo di diverse centinaia di dollari più costoso. La qualità costruttiva è molto simile, con un telaio in metallo e un touchpad di buona qualità. L’unica cosa che offre manca la concorrenza è una tastiera Steelseries integrata con illuminazione RGB per chiave. Ma dato che era in competizione nella categoria del budget, il prezzo più basso di Helios 300 alla fine ha vinto. Il GE62VR Apache Pro è un laptop ben fatto, e molto degno di considerazione se i prezzi scendono o se ne trova uno in vendita.

Asus ROG Strix GL502VM-DS74

Il ROG GL502VM-DS74 è il fratello minore della nostra migliore scelta di portatili per videogiochi, l’Asus ROG Strix GL502VS-DS71. I due laptop sono praticamente identici, tranne per la GTX 1060 della GL502VM al posto della GTX 1070 di suo fratello maggiore. La GPU con specifiche inferiori consente inoltre alla GL502VM di comprimersi in un telaio più piccolo, misurando meno di un pollice con il coperchio chiuso, rendendolo uno dei portatili GTX 1060 più sottili che abbiamo testato. Inoltre, come il GL502VS, presenta la tecnologia G-Sync di Nvidia sullo schermo, sebbene solo con una frequenza di aggiornamento di 60Hz. G-Sync è molto degno di considerazione, ma il prezzo extra è difficile da giustificare in questa categoria di budget.

Razer Blade

La Razer Blade è un po ‘una wild card. Le sue specifiche tecniche includono una GPU GTX 1060, che la mette, in termini di prestazioni, in competizione per la migliore categoria di laptop budget. L’unico problema è che il più grande punto di forza del Blade – si tratta di un notebook per giochi davvero sottile e leggero che sembra quasi identico a un MacBook Pro – offre un prezzo significativamente più alto: appena sceso di $ 1,900 per il modello più economico. C’è molto da amare su Blade.

Era di gran lunga il più portatile di tutte le macchine che ho provato, gestendo facilmente sia i miei spostamenti quotidiani che i viaggi multipli attraverso la sicurezza aeroportuale, un’impresa che raramente può essere raggiunta pur avendo una GPU dedicata. Ma non è senza concessioni, anche. Lo schermo è a soli 60 Hz e manca G-Sync, una caratteristica che mi aspetterei a quel prezzo. Manca anche una porta Ethernet dedicata, anche se può essere risolta con un dongle USB. Dal punto di vista delle prestazioni, offre risultati simili a quelli dei portatili GTX 1060, pur rimanendo in fondo alla confezione, sfortunatamente anche con alcuni dei fan più rumorosi. Detto questo, sono ancora un grande fan. Se stai cercando un ultrabook form factor con una GPU dedicata, il Blade è un caso forte.

MSI GS63VR Stealth Pro-078

Max-Q di MSI è una delle opzioni più economiche disponibili, la vendita al dettaglio a $ 2,099 ma può essere trovata per $ 1,975 su Amazon). Speculazione simile alla concorrenza, la base del sistema è una CPU Intel Core i7-7700HQ e GPU GTX 1070 Max-Q, sebbene offra un SSD più piccolo e più lento dell’Aero 15X, ma sia dotata di un HDD da 1TB per ulteriore spazio di archiviazione esigenze. Il GS63VR ha la tastiera best-feeling, grazie alla partnership di MSI con SteelSeries, e offre anche uno schermo a 120Hz che sembra fantastico. Ma con una larghezza del telaio di 15 pollici, sembra ingombrante da trasportare, nonostante il resto del sistema sottile e leggero. Si comportava anche inspiegabilmente male – di circa 20 fps-in Rise of the Tomb Raider, nonostante avesse la stessa GPU della competizione.

Eurocom Q5

L’ingresso di Eurocom nello spazio Max-Q è un po ‘strano. La sua specifica base barebone parte da soli $ 1.599, il più economico di tutti i sistemi Max-Q che ho provato, ma anche la maggior parte dei componenti (e del sistema operativo). Una volta che si inizia a personalizzare il sistema per raggiungere la parità delle specifiche con la concorrenza, il prezzo si gonfia rapidamente fino a superare i $ 2000. Il sistema che ho testato ha un clock di $ 2,499, rendendolo uno dei più costosi.

Prezzo a parte, non sono rimasto molto impressionato dalla Q5. Corrisponde all’Aero 15X nei benchmark delle prestazioni e dei giochi, ma è anche molto più caldo e forte del resto dei sistemi. Offre un’opzione di 120Hz per lo schermo, ma solo su un pannello TN che non sembra affatto buono. La Q5 è una buona opzione se apprezzi soprattutto la personalizzazione, ma preferiremmo comunque molto all’Aero 15X.
Test futuri

In Conclusione

Ci sono un sacco di laptop da gioco, e certamente non abbiamo avuto la possibilità di provarli tutti. Al momento stiamo testando il nuovo lotto di portatili Coffee Lake, e dovremmo avere un aggiornamento che includa presto quelli. Se hai un laptop specifico che pensi dovremmo valutare, assicurati di farcelo sapere nei commenti.

error: Content is protected !!