Le migliori Soundbar

Una buona soundbar serve a risolvere il grande problema dei televisori piatti: l’audio.
Nella maggior parte dei modelli di TV – anche quelli più costosi – l’audio lascia molto a desiderare.
È normale. I produttori devono decidere tra l’integrazione di buoni diffusori TV o la progettazione di schermi sempre più piatti.

Questo ha diversi inconvenienti: il principale è che la maggior parte delle TV diffondono il suono all’indietro, perdendo molta della qualità audio. Fortunatamente, l’installazione di una soundbar è una buona soluzione a questo problema. Le soundbar sono arrivate per contrapporsi ai vecchi sistemi Home Cinema. Con loro, non è più necessario riempire la stanza di cavi e casse. Dunque prima di vedere quali sono le migliori soundbar sul mercato, voglio darti alcuni consigli e suggerimenti, su come sceglierle.

Soundbar consigli

L’acquisto della miglior soundbar per la TV può essere difficile. Infatti, il mondo delle soundbar, degli altoparlanti TV, delle soundbases o dell’home cinema è relativamente sconosciuto ai più.
È anche uno sforzo economico decisamente importante. Dunque dovrai avere ben chiari determinati parametri.

Cos’è una soundbar per la TV?

Sono sistemi audio che di solito sono installati sotto la televisione e servono a migliorare il suono. Tendono ad essere allungati, dal design attraente e discreto. Quindi s’integrano facilmente con stile del tuo salotto. Dei tre sistemi, è il più semplice, ma anche il più limitato. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle soundbar in commercio, hanno un subwoofer.

Nelle soundbar di solito il subwoofer è esterno. Tuttavia ci sono delle soundbar che non offrono nemmeno quel subwoofer esterno. Naturalmente, è importante che gli altoparlanti siano di qualità. Per simulare l’esperienza di 5,1-7,1  questi dispositivi di solito adottano delle impostazioni di diffusione particolari tali da dare la sensazione di un suono surround.

Cosa è una soundbases?

È un altro sistema audio per ottenere un suono migliore dalla tua televisione. La cassa è più grezza, più pesante, più larga e più profonda della soundbar, ma il basso è più potente. Essendo più grande, integra sia gli altoparlanti che il subwoofer nello stesso dispositivo. Di solito non offre una sensazione così coinvolgente perché la diffusione dell’audio è piuttosto unidirezionale. Sono un po ‘più costose delle soundbar e tra gli esperti non gode di una buona reputazione. Tuttavia, dal nostro punto di vista, se sono di buona qualità, possono rivelarsi molto utili, soprattutto se vuoi dimenticare i cavi per sempre e avere un dispositivo versatile.

Che cos’è un home cinema 5.1 e 7.1?

Sono sistemi audio di qualità superiore che solitamente diffondono un’eccellente qualità del suono e portano la qualità dell’audio del cinema a casa tua. Il problema è che sono anche i sistemi più costosi. Dal nostro punto di vista, vale la pena per coprire stanze particolarmente grandi. Sono più concentrati sul mondo della TV e del cinema, sebbene possano essere usati per suonare musica in modo attraente.

Ho bisogno di un subwoofer per la soundbar?

Come vedrai nel confronto tra le migliori soundbar che abbiamo selezionato, ci sono alcune soundbar con subwoofer incorporato. Questo perché, come vi abbiamo già detto, le soundbar TV di solito non funzionano bene con il basso. Pertanto, non è male incorporare un subwoofer nel sistema. Quindi, se trovi un modello con subwoofer, non farti prendere dal panico. Non stai pagando per un extra che non utilizzarai, anzi tutt’altro. Ti tornerà molto utile.

Nel nostro confronto tra le migliori soundbar troverete tutto: soundbar con subwoofer esterno, altri con subwoofer integrato e alcuni senza subwoofer.

La nostra raccomandazione?

È quasi sempre meglio avere un subwoofer separato dalla soundbar perché funziona meglio e diffonde meglio l’audio. Se hai spazio, è meglio scegliere una soundbar con subwoofer esterno. Sebbene le soundbar in questa lista funzionino alla grande, quella piccola differenza può fare la differenza. Ad ogni modo se finisci per comprare o hai acquistato un modello senza subwoofer, puoi sempre aggiungerne uno in seguito.

Collegamenti sulle soundbar

L’input di base è solitamente HDMI (High-Definition Multimedia Interface). È una connessione che già utilizzi per le tue console di videogiochi. L’HDMI non solo ti permettono di utilizzare codec ad alta risoluzione, come Dolby TrueHD o DTS HD Master Audio, che le tradizionali uscite ottiche non consentono, ma offre anche una maggiore qualità del suono. Inoltre, i cavi sono più economici e robusti, quindi dureranno sicuramente più a lungo.

Connettività wireless delle soundbar: Bluetooth o WiFi?

In entrambi i casi, la qualità del suono non sarà mai la stessa di una tradizionale connessione via cavo. Le reti wireless hanno alti e bassi. A volte perdono il segnale o distorcono il suono. Tuttavia, sono confortevoli, eliminano i cavi e offrono maggiore libertà di movimento, quindi possono essere un buon modo per ascoltare musica o guardare la TV.

Dovresti sapere che non tutte le soundbar sono dotate di Bluetooth integrato. E anche se può essere un punto a favore, non dovrebbe essere un elemento decisivo quando si decide di effettuare l’acquisto.

Il WiFi, d’altra parte, sembra un’opzione più interessante. Essere in grado di collegare la soundbar alla rete domestica della tua casa ti apre un mondo di nuove possibilità. Ad esempio, averlo collegato allo smartphone tramite un’applicazione. Alcune soundbar come la Playbar Sonos richiedono che la connessione funzioni al 100%. Altri, come VIZIO, sfruttano anche il WiFi in casa e alcune applicazioni Google.

Potenza RMS

La potenza RMS nelle soundbar non funziona come nel resto degli altoparlanti.
Qual è il potere RMS? La potenza RMS è la misura utilizzata per conoscere la potenza di un amplificatore. È il livello medio e costante della potenza del suono. In breve, si tratta di quanto forte suonerà una cassa ad un determinato livello di volume.

Dobbiamo tenere in considerazione la potenza che va nell’amplificatore, ma anche quella che è in grado di gestire un altoparlante. Ciò significa che se arriva molta energia ma gli altoparlanti non la convertono bene, il suono sarà sgradevole e non molto dettagliato. Nel peggiore dei casi puoi bruciare gli altoparlanti. La cosa buona delle soundbar è che questo non può succedere perché amplificatori e diffusori sono sullo stesso equipaggiamento.

Ecco perché le soundbar hanno una potenza totale, a differenza degli altoparlanti. Il problema è che molti produttori non indicano se la potenza è totale (RMS), continua o dinamica. Potresti scoprire che in alcune soundbar parliamo di RMS e in altri di watt o Hz. Questo perché i produttori non specificano le informazioni dettagliate.

Lunghezza e dimensione di una soundbar

Anche se dicono che le dimensioni non contano, la realtà è che importa. Non saresti il primo ad aprire il tuo ordine Amazon e scoprire che la soundbar che hai ordinato è molto più grande di quanto pensassi. Tanto che non si adatta ai mobili … o sporge … o è troppo corto.

Volevamo includere la lunghezza nella nostra recensione per darti un’idea di come ognuna di queste soundbar è e quanto spazio occupano. Naturalmente, sai già che si deve misurare lo spazio che avete a disposizione prima di decidere su uno o l’altro … Ma, naturalmente, l’emozione di comprare qualcosa spesso ce l’ho la fa dimenticare.

Per ora è tutto, ti lasciamo alla nostra guida comparativa tra le migliori soundbar.

Sonos Playbar

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 50-60W
  • Subwoofer: no
  • Connettività: WiFi
  • Connessioni: Ethernet, HDMI, Jack da 3,5 mm
  • Lunghezza: 90 cm

La SONOS Playbar è una delle migliori soundbar TV attualmente disponibili. Ha un suono potente, pulito e definito. Se non hai problemi di budget, è un’ottima opzione. Questo mostro di quasi un metro di lunghezza è in grado di creare ambienti cinematografici e di riprodurre la tua musica come se fossi ad un concerto.

Design

Per noi c’è una parola che definisce la soundbar SONOS Playbar: sexy. Ha un design tra i più eleganti e sensuali, con profili curvi, griglie alle estremità e qualche cromatura. È un modello che oltre a funzionare molto bene, migliorerà l’estetica del tuo salotto. Non è stato prodotto per essere un semplice pezzo di elettronica, ma il marchio americano voleva far parte della decorazione della tua casa. Ma non tutto è estetico nella soundbar SONOS Playbar. Il suo interno è una meraviglia di ingegneria: nove altoparlanti (sei mid-range e tre tweeter), oltre a un amplificatore di Classe D.Ssuono

Con un interno di prima classe come questo, l’audio che questa squadra sputa è brutale: suoni chiari e dettagliati, anche ai massimi volumi. Ma oltre al potere, offre sensibilità. E ha un suono molto raffinato, quasi come la seta, che ti sedurrà tanto quanto il suo aspetto.

Anche se la soundbar SONOS Playbar fa miracoli solo per un’esperienza cinematografica si dovrà incorporare un subwoofer esterno di essere responsabile della gestione a basso e convertire il suono in qualcosa di un po ‘più coinvolgente. All’interno dell’ecosistema sonoro SONOS questa formula funziona bene, soprattutto perché è possibile unire diffusori e altri subwoofer SONO senza alcun problema.

Connettività

La connessione WiFi è sempre un punto a favore. Tuttavia, il problema più grande è che non ha una connessione HDMI, quindi dovremo fare affidamento sul suo ingresso ottico.

Conclusione

La SONOS Playbar è un’eccellente soundbar wireless nonostante non abbia un ingresso HDMI. Con questo dispositivo otterrai un suono chiaro e brillante che ti consentirà di goderti sia un buon film sulla tua TV che la tua musica preferita. Inoltre, il suo assemblaggio è così semplice e il suo design così bello che non si può dire di no. Guarda i migliori prezzi di Amazon.

Bose SoundTouch 300

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: –
  • Subwoofer: no
  • Connettività: Bluetooth e WiFi
  • Connessioni: Ethernet, HDMI, Jack da 3,5 mm
  • Lunghezza: 97,8 cm

Una buona soundbar, con molte funzioni e connettività Bluetooth e WiFi. Questo dispositivo offre molti vantaggi. Non solo emette un buon audio per guardare film, ma è anche un buon lettore musicale. Ci ha colpito il fatto che per i prodotti televisivi è straordinaria, quasi come un Home Cinema. Questo non occupa molto spazio. Con la soundbar Bose SoundTouch 300 puoi avere un Home Cinema sotto la TV.

Design

Con Bose, c’è sempre qualcosa di chiaro: le sue linee di design sono incredibili. Una linea chiara e pulita che non si scontrerà in nessuna stanza. La griglia in alluminio nero e il vetro temperato sulla parte superiore conferiscono quel tocco speciale di distinzione. Non avere un pannello LED crea un contorno molto pulito e minimalista, anche se è un po ‘complicato sapere su quale canale si sta lavorando.

Per quanto riguarda le dimensioni, dobbiamo dire che è una soundbar un pò grande, dal momento che misura quasi un metro. Ma la verità è che ha una finitura così bella e lussuosa che cercherai di trovargli posto in ogni stanza.

Suono

La soundbar Bose SoundTouch emette un suono di alta qualità e per le piccole stanze assomiglia a un mini home cinema. Anche se non ha subwoofer, questo dispositivo raggiunge un livello impressionante e puoi goderti le scene d’azione quasi come se fossi lì. Anche la coesione e la chiarezza del suono sono impressionanti. Se i bassi funzionano bene, il resto delle frequenze non sono da meno. Non ha picchi sonori, anche nei momenti più frenetici, tutto quello che troverai sarà un grande muro di suoni. Puoi alzare il volume quanto vuoi, dato che non ci sarà quasi nessuna distorsione. Essendo così lungo, crea l’impressione di essere nel mezzo dell’azione, avvolgendo lo spettatore.

Un punto a sfavore? Gli alti non sono così sofisticati come le altre opzioni in questo elenco.

Connettività

Oltre alle connessioni Bluetooth e WiFi, Bose SoundTouch 300 offre molte opzioni di connettività. In questo caso, abbiamo un’uscita HDMI, quindi possiamo ottenere il massimo dalla soundbar del nostro televisore. Ha un ingresso ARC e uscite da 3,5 mm, ottico ed Ethernet. Il problema più grande è che il pannello di connessione è piccolo, quindi non è comodo collegare i cavi.

Conclusione

SoundTouch 300 è una soundbar che vale la pena acquistare. Il fatto di poter contare sul suono a 4k tramite HDMI o la funzione di autocalibrazione del suono ADAPTIQ lo rendono un’ottima opzione. Se a questo aggiungi le linee eleganti e il suono capace di portarti dentro qualsiasi film, è una delle migliori opzioni. Interessato? Guarda qui.

Phillips Fidelio B5

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 201W
  • Subwoofer: sì
  • Connettività: Bluetooth, NFC
  • Collegamenti: HDMI, digitale ottico.
  • Lunghezza: 103,5 cm

Philips Fidelio B5 è una buona soundbar, diversa dalle altre. Siamo di fronte ad uno dei rivali per Olympus in questa categoria. Il Fidelio B5 è un’opzione elegante e potente, con una qualità del suono molto superiore alla maggior parte delle soundbar di questo elenco.

Design

Il design del Fidelio B5 si distingue. Philips di solito produce prodotti di alta qualità e dall’estetica accattivante, e Fidelio B5 non fa eccezione: è una bellissima soundbar. Con un design semi-robusto e rivestito in una elegante maglia nera a maglie fini, ha un pannello centrale in cromato che mostra il pulsante di accensione e il logo del marchio. Per noi Fidelio B5 è una meraviglia in termini di design.

Da un lato ha un piccolo schermo a LED che mostra tutte le informazioni della nostra riproduzione e della sorgente sonora, così come il volume e la modalità audio selezionata. Dall’altra parte troviamo la porta a infrarossi.
Il problema di progettazione principale di questa soundbar Philips è la sua dimensione, in quanto può ostacolare il ripetitore a infrarossi di alcuni televisori.

Suono

La qualità di questo prodotto da Philips è fantastica. Il suono in tutti i suoi canali è tremendo e il suono che produce è dinamico e molto incisivo. I bassi, grazie al subwoofer wireless, sono abbastanza profondi da far vibrare i tuoi mobili e le finestre senza che tu percepisca alcuna distorsione.

Il suono è molto avvolgente grazie agli altoparlanti rimovibili che la barra porta. Semplicemente separandoli dalla barra del suono, il sistema surround verrà attivato, in modo che da quel momento gli altoparlanti riprodurranno i canali audio posteriori.
Questi altoparlanti hanno un DAC integrato con funzione di calibrazione spaziale. Tuttavia, una volta rimossi gli altoparlanti, la barra soffre e manca di spazialità e ampiezza, poiché i canali anteriori sono troppo vicini tra loro all’interno della barra.

Connettività

Il Fidelio B5 è uno dei migliori soundbar in termini di connessioni. Nel suo pannello troviamo due porte HDMI, più un altro ritorno HDMI ARC. Inoltre, ha una connessione coassiale digitale, un’ottica digitale, un ingresso ausiliario da 3,5 mm e, in aggiunta, connessione Bluetooth e NFC, che ti consentiranno di accoppiare istantaneamente qualsiasi dispositivo, una volta configurato.

Conclusione

Philips cercava la soundbar Fidelio per distinguersi dalla concorrenza. È riuscito a creare una delle migliori sul mercato e, per il dessert, ha aggiunto due altoparlanti satellite wireless che potrebbero essere separati dalla barra creando uno spazio sonoro più ampio. A migliorare le cose, questa soundbar wireless può essere collocata in qualsiasi punto della casa, creando uno spazio multiroom. La Soundbar Fidelio B5 può anche essere accoppiata con qualsiasi dispositivo tramite Bluetooth, quindi sono una grande aggiunta al tutto.

Yamaha MusicCast YSP-2700

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 107W
  • Subwoofer: sì
  • Connettività: WiFi
  • Connessioni: digitale ottico, USB, jack da 3,5 mm
  • Lunghezza: 110 cm

Yamaha MusicCast YSP-2700 è una delle migliori soundbar, funzionale e dal design straordinario. Ha un suono sensazionale, ma considerando il suo prezzo punge un po ‘in certe gamme di suoni rispetto ai modelli di questa lista della stessa gamma. La cosa migliore è il subwoofer esterno.

Design

Come ti aspetteresti da un prodotto di questo prezzo, stai affrontando qualcosa di grande qualità. Lo si capisce avvicinandosi alle sue finiture in alluminio e tutte quelle belle griglie nere. Ha un design che lo differenzia da altre opzioni in questo elenco con linee più arrotondate.

Non è una soundbar troppo potente, quindi si adatta a qualsiasi televisore.
Anche il subwoofer non è troppo grande, quindi si adatta anche a qualsiasi ambiente. Il design quadrato e completamente nero, si adatta a tutto e finirà per essere parte del decor della tua casa.

Suono

Con il suono diviso in tre canali, Yamaha MusicCast YSP-2700 ha un suono molto ampio, chiaro e potente che può riempire qualsiasi stanza. Il risultato è un suono con molti dettagli e un’incredibile chiarezza, così chiaro che distinguerai la pioggia nei tuoi film.

Inoltre, il suo suono ha un sacco di potenza e riempirà qualsiasi stanza senza problemi. Il subwoofer è meraviglioso e i suoi toni bassi sono molto profondi e avvolgenti. Insieme al bar, ottieni un suono incredibile, nitido e ricco di dettagli. Grazie alla larghezza della barra, il suono ha un’espansione molto buona in tutta la stanza, anche se puoi dire che i suoni sono per lo più nei canali centrali.

Connettività

Questa soundbar ha una connessione USB, l’uscita da 3,5 mm per il subwoofer e un ingresso ausiliario da 3,5 mm. La mancanza di connessione HDMI in un prodotto di questo prezzo ti fa sicuramente alzare le sopracciglia, ma è chiaro se consideriamo le misure della barra.

Conclusione

Sebbene i benefici possano sembrare alquanto costosi, la verità è che supera. Yamaha MusicCast YSP-2700 ha uno stile e sembra buono in ogni stanza. E la cosa più importante di tutte è che il suono è bestiale, con dettagli incredibili e un pugno che farà sì che i tuoi vicini si chiedano cosa sta succedendo a casa. Il più grande handicap è la connettività, perché per una soundbar di questo prezzo è quasi imperdonabile non avere Bluetooth e HDMI.

Sony HT-NT5

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: –
  • Subwoofer: sì
  • Connettività: WiFi, Bluetooth
  • Connessioni: USB, digitale ottico, Ethernet.
  • Lunghezza: 60 cm

La soundbar Sony HT-NT5 è una meraviglia di design e ingegneria. È un concorrente diretto di SONOS, con i suoi super tweeter, creato per dare il miglior suono diretto alla tua stanza.

Design

Il design dell’HT-NT5 è una delle sue migliori risorse. Il marchio giapponese ci ha abituato a design molto eleganti e moderni. In questo caso possiamo scegliere tra il modello senza griglie di protezione, che mostra gli amplificatori e gli altoparlanti interni. Nuda, la sound bar è fantastica, anche se nel tuo salotto ci sono bambini o animali troppo curiosi, è meglio scegliere di coprirli con la loro attraente griglia metallica.

Suono

Generalmente il suono di Sony è impressionante, sia per chiarezza che per dettaglio. NT-HT5 sembra essere progettato più per la musica che per la televisione e guadagna molti numeri interi con le voci; la chiarezza e la luminosità delle voci sono scioccanti.

Il suono cambierà a seconda di come si installa la sound bar: non sarà lo stesso averlo sul muro, quello sotto la televisione, che stare in piedi. Ovviamente anche in verticale la sound bar funziona alla grande.

Il problema più grande che troverai è nel volume, sebbene a livello generale funzioni molto bene. Il subwoofer funziona bene, anche se non risponde così come altri modelli in questa lista. Ti consigliamo di tenerlo il più vicino possibile alla barra in modo che funzioni come previsto.

Connettività

La connettività del Sony HT-NT5 è la più versatile. Ha fino a tre ingressi HDMI (Qui trovi i migliori cavi HDMI) e un’uscita, tutti sono pronti per il suono 4K. Ha anche una porta USB, oltre a un ingresso audio digitale ottico ed Ethernet. In termini di opzioni wireless, ha WiFi e NFC che ti permetteranno di connettere qualsiasi dispositivo semplicemente avvicinandolo alla soundbar.

Conclusione

Se siete alla ricerca di un raffinato sistema diverso da un ornamento per la TV, se siete alla ricerca di qualcosa per migliorare il sistema audio wireless a casa e cosa si può riprodurre la vostra musica nel salone, la soundbar NT-HT5 da Sony è una grande opzione. Con i suoi super tweeter, qualunque cosa tu lanci ti sembrerà delicato, brillante e sorprendentemente potente. Se vuoi vedere i migliori prezzi di Amazon, segui il link.

Q Acustics Media 4

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 50-60W
  • Subwoofer: no
  • Connettività: Bluetooth
  • Connessioni: digitale ottico, jack da 3,5 mm, RCA
  • Lunghezza: 100 cm

La prima soundbar del marchio Q Acoustics, arriva con la speranza di diventare un punto di riferimento. Il marchio ha sempre cercato di creare un suono il più reale possibile, pulito, chiaro e ricco di dettagli. Q Acoustic Media 4 è una buona barra audio, un buon sistema 2.1, ma con alcuni dettagli che potrebbero essere migliorati.

Design

Il design di Q Acoustic Media 4 in generale è corretto, sebbene non abbia nulla a che fare se confrontato con altre opzioni di questo elenco come Philips o Bose. I più importanti sono i materiali, la struttura è solida e i materiali utilizzati sono di altissima qualità. È robusto e ha piedini in gomma che assorbono le vibrazioni dell’altoparlante.

Non è il più grande né il più elegante dei progetti, ma è semplice e, a volte, è da apprezzare. Sul retro ha slot integrati per appenderlo, il che può essere un vantaggio in alcuni casi.

Suono

Come è consuetudine nel marchio, il suono di cui è capace Q Acoustics Media 4 è molto potente e al tempo stesso delicato e ricco di dettagli. Il marchio ha proposto di creare suoni naturali e con questa attrezzatura sono riusciti a creare un suono raffinato.

Q Acoustic Media 4 ha un suono molto potente, ma sai che la potenza senza controllo è inutile. Fortunatamente, Q Acoustics Media 4 sa molto del controllo. Gestisce il basso di meraviglia, quindi possiamo fidarci di quando il marchio ci dice che non abbiamo bisogno di un subwoofer.

I dettagli del suono non vengono persi anche con il volume alto, inoltre le voci appaiono luminose, strutturate e molto chiare. Il suono, sebbene si diffonda bene attraverso la stanza, è centrato sotto la televisione, quindi forse manca un suono più avvolgente.

Connettività

Il grosso problema è la mancanza di connessioni HDMI, il che significa che tutte le connessioni dipenderanno dalla tua TV tramite la sua uscita ottica digitale. Fortunatamente ci sono due ingressi analogici -RCA e un minijack da 3,5 mm- che ti aiuteranno ad allegare un pezzo esterno, oltre all’uscita dedicata al sub-woofer, anche se i suoi creatori dicono che non ne hai bisogno … Ti lasciano quello Esci nel caso in cui le mosche.

Conclusione

Q Acoustic Media 4 è una grande barra audio. Il suo suono potente e brillante ei suoi bassi rendono ogni film un’esperienza degna, ma è la sensazione di coesione in alti volumi che fa la differenza. È vero che non ha presenza in surround, ma non è qualcosa che ti disturberà, perché il suo suono è più che accettabile.

All’interno della sua fascia di prezzo, che lo rende accessibile per i comuni mortali, è una barra che funziona molto bene e offre un suono più che soddisfacente. Inoltre, riteniamo che sia una buona opzione per le persone che non hanno molto spazio nel loro salotto per una barra più grande con il subwoofer.

SamsungHW-450

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 96W
  • Subwoofer: sì
  • Connettività: Bluetooth, WiFi
  • Collegamenti: HDMI, digitale, ottica
  • Lunghezza: 106 cm

Siamo di fronte ad una soundbar, con sistema 2.1 di buona qualità. Forse non sarà il migliore della lista, ma non è un cattivo prodotto, tanto meno. E meno per il suo prezzo. Migliorerai il suono della tua TV senza grandi aggiunte, ma con un suono di alta qualità, pulito e vibrante. Samsung ha creato un sistema per tutti i budget, eliminando i dettagli e mantenendo le basi.

Design

A differenza di altre sound bar Samsung, questo è un modello completamente dritto, senza curve che si adattano ai nuovi schermi curvi del marchio. Nel suo design non c’è nulla di particolarmente spettacolare, è sobrio e classico: linee rette e finiture nere. Ma è proprio la mancanza di ornamento che lo rende perfetto per qualsiasi ambiente, sotto la tua TV sarà così discreto che non lo vedrai.

L’intera barra è coperta da una griglia metallica che gli conferisce un aspetto molto solido e di qualità. Ad una estremità troverai le connessioni e all’altra i controlli, che non sono tattili; un promemoria che il marchio ha rimosso i dettagli.

Suono

Samsung HW-J450 / ZF è progettato per la televisione. Il suo suono risplende nei dialoghi, dove lancia voci chiare, naturali e molto luminose. In qualsiasi programma televisivo, noterai la sua presenza.

Questa apparecchiatura aggiunge un extra al suono della tua televisione più che notevole. Noterai che il suono della tua televisione ha un sacco di pugno, specialmente nei momenti più drammatici. I bassi funzionano abbastanza bene, anche se a volte la chiarezza fallisce e i toni più alti suonano alla grande.

Forse non è all’altezza di ciò che un audiofilo di un sistema come questo si aspetta, ma sicuramente fa il suo lavoro molto bene. Rivivi il suono della tua televisione, rinforzala e può riempire il tuo salotto … Anche se ad alti volumi, può rendere il suono un po ‘disordinato, quindi fai attenzione.

Connettività

Sul retro la prima cosa che attira la tua attenzione è l’uscita e l’ingresso HDMI, che ti permetteranno di goderti il suono 4K e i film 3D da qualsiasi Blue-ray. Troverai anche una porta USB e ingressi analogici e da 3,5 mm.

Conclusione

Se non ti interessa il WiFi o il multiroom e quello che vuoi è una sound bar economica che migliori l’audio del tuo televisore, Samsung HW-K450 può essere una buona scelta. Offre un’eccellente qualità del suono, con tutti i dialoghi vivaci e con pugno e chiaro e dettagliato, con voci naturali. Funziona particolarmente bene con i programmi televisivi, perché è lì che si usa al meglio le voci.

Samsung HW-MS650

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 96W
  • Subwoofer: no
  • Connettività: WiFi e Bluetooth
  • Collegamenti: HDMI, ottica digitale.
  • Lunghezza: 106 cm

La soundbar Samsung HW-MS650 è un buon diffusore TV. Funziona alla grande senza la necessità di collegare un sub-woofer esterno. Incorpora la tecnologia anti-distorsione digitale che lo rende brillante nei film, con un paio di canali frontali dedicati e una buona dispersione del suono grazie ai suoi tweeter.

Design

Questa sound bar Samsung ha un design classico, con forme dritte che possono sembrare un po ‘noiose, ma che il marchio coreano è riuscito a decorare con alcuni angoli flangiati. È un design più funzionale che spettacolare, ma è ancora sobrio. Se preferisci, Samsung ha creato una versione leggermente curva, per i suoi schermi curvi.

Il design del Samsung HW-MS650 è stato lucidato al massimo per essere minimalista, in una parte troviamo tutti i pulsanti. Il pannello LED è all’estremità destra della barra, che può essere alquanto fastidioso per i maniaci del simpatico, ma che è essenziale dal momento che il centro è occupato dai suoi diffusori centrali.

Suono

Ed è che la questione del milione con le barre del suono senza sub-woofer è se saranno in grado o meno di lavorare in quelle basse. La buona notizia è che il suono del Samsung HW-MS650 lo fa con classe e aplomb, emettendo un suono pulito e forte, con un basso molto avvolgente.

C’è molto potere all’interno di quel semplice involucro, che ti permetterà di aumentare il volume quanto vuoi; l’antidoto perfetto per i moderni televisori e i loro altoparlanti carenti.

Come abbiamo già detto, la Samsung ci ha sorpreso. È spettacolare al basso, con un suono molto profondo e un sacco di colpi. La cosa più impressionante è che, anche se integrato nella soundbar, non si mescola o interferisce con il resto. I mediatons sono vibranti e chiari, che aggiungono profondità al suono e lo rendono molto più naturale.

Connettività

Corretto per un utente intermedio. Sebbene Samsung non abbia buttato la casa fuori dalla finestra con le connessioni, i lead dovrebbero essere più che sufficienti per l’utente medio. Sebbene abbia solo un’uscita HDMI, è ciò che Samsung sta cercando in termini di semplicità. Inoltre, questa sound bar Samsung ha un ingresso ottico digitale e un 3,5 mm. Offre inoltre la possibilità di collegare il sistema in modalità wireless tramite WIFI e Bluetooth.

Conclusione

Con un sacco di impostazioni e opzioni, un suono incredibile e la sicurezza di sapere che si tratta di un prodotto Samsung, la soundbar Samsung HW-MS650 è un’opzione da considerare, soprattutto se non si ha spazio per mettere un sub -woofer in casa tua Funziona alla grande suonando la tua musica e fa anche meraviglie con la televisione e i film. Il marchio coreano offre due versioni del Samsung HW-MS650: per televisori curvi e per televisori diritti.

Bose Solo 5 TV

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 30W
  • Subwoofer: no
  • Connettività: Bluetooth
  • Collegamenti: ottico, coassiale e digitale analogico
  • Lunghezza: 54,8 cm

Se le soundbar sono state progettate per le persone che non hanno spazio per un sistema Home Cinema 5.1, il Bose Solo 5 TV è stato progettato per colmare il vuoto per coloro che non hanno spazio per una soundbar. Sicuramente si tratta delle soundbar più compatte sul mercato. Questa barra del suono dà quello che dà di se stessa ed è progettata per televisori di dimensioni medie o piccole (circa 32 pollici).

Design

Il suo design è completamente semplice. Non c’è molto altro, è una soundbar compatta perfetta per piccoli spazi, non importa se la metti sotto la TV o sul muro.

Non ci sono pulsanti o leve che complicano il suo design; solo una griglia nera sul davanti e plastica nera sui lati. Un design semplice, ma robusto. Gli altoparlanti sono leggermente allineati per diffondere il suono attraverso la stanza e ha uno schermo a LED che mostra tutte le informazioni della barra.

Suono

Sfortunatamente, le sue dimensioni sono anche il suo peggior nemico. La dimensione della tua TV farà la differenza in termini di suono, una piccola TV ne trarrà molto più di una grande.

Su qualsiasi TV di piccole dimensioni – circa 32 “- Bose Solo 5 mostra le sue carte rapidamente. Crea un buon ambiente, migliora sostanzialmente il volume della TV e aggiunge molta luminosità e chiarezza ai suoni. Le voci sono proiettate meglio e molto più chiaramente e il suono in generale raggiunge più corpo. Siamo di fronte a un suono con un corpo che non ha nulla a che fare con il suono raffinato dei televisori.

Tuttavia, non va molto oltre. I bassi suoni non hanno il pugno che ci si aspetta e noterai la mancanza di un subwoofer. C’è un’opzione per migliorare i bassi, ma in cambio, la chiarezza dei mezzitoni è sacrificata. Anche con questa opzione attivata i bassi non sono così profondi come ci aspettiamo.

Connettività

Per quanto riguarda la connettività, Bose ci dà quello che ci aspettiamo per il prezzo, inclusi gli ingressi ottici, coassiali e ausiliari, oltre al Bluetooth per riprodurre musica da qualsiasi luogo.

Conclusione

Bose Solo 5 è un dispositivo semplice. Non pretende molto, migliora il suono generale dei nostri televisori e, inoltre, è molto bene sul tavolo. Sembra che in questo caso Bose non abbia voluto andare oltre e si sia accontentato di questo. Non c’è una grande esperienza utente ed è molto indietro rispetto alle altre opzioni su questo elenco. Come abbiamo detto, riteniamo che sia l’opzione migliore per i piccoli televisori o per migliorare il suono dei televisori ad un prezzo modesto.

JBL Boost TV

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 30W
  • Subwoofer: no
  • Connettività: Bluetooth
  • Collegamenti: audio digitale ottico e analogico
  • Lunghezza: 37,8 cm

Le barre audio JBL sono ideali per migliorare le prestazioni dei diffusori TV. Per molte persone, una barra e un subwoofer possono essere troppo, specialmente in luoghi piccoli. JBL ha pensato a loro quando costruiva questa soundbar ipercompatta.

Design

Piccolo e civettuola. La soundbar JBL Boost TV ha un bell’aspetto all’esterno. Ha uno dei disegni più autentici e diversi dell’intera lista poiché questa barra audio JBL con bluetooth è arrotondata e ha la forma di un pickup. Crediamo che le tue battute possano apparire buone di fronte a qualsiasi televisione. È sorprendente perché all’esterno sembra più un altoparlante che una barra del suono.

Il design della pillola è avvolto in una rete nera e sormontato da due lastre lucide con un foro centrale per i bassi. Sebbene compatto, è tremendamente solido, il design è sormontato da due piccoli tappetini in gomma arancione che assorbono le vibrazioni.

Suono

Non appena accendi il dispositivo, ti accorgi che il suono della TV Boost non è male per un computer di quelle dimensioni. Non può competere con altre barre più grandi, ma attira certamente prestazioni enormi dalle sue dimensioni compatte. Il risultato è un suono molto migliore di qualsiasi TV normale.

Funziona molto bene con le voci, rendendole chiare e definite. Il suono generale è luminoso e ricco di dettagli, supporta il basso molto bene e li rende profondi, mescolando tutto il suono senza distorsioni e senza perdere qualità. Per una barra del suono così piccola, il suono è davvero equilibrato e la sensazione generale è più che soddisfacente.

Tuttavia, questa piccola dimensione impedisce anche di essere all’altezza di alcune delle opzioni di questo confronto. Anche se il basso funziona molto bene, la realtà è che mancano di profondità e hanno problemi a riempire lo spazio in stanze ampie.

Connettività

I connettori sono nella parte inferiore della barra. Sebbene non disponga di HDMI, è possibile trovare ingressi ottici e minijack da 3,5 mm. Inoltre, il JBL Boost TV ha anche una porta USB che ci aiuterà ad aggiornare il software.

Conclusione

Potrebbe mancare di autorità e il volume non raggiunge le altre opzioni più grandi e più costose, tuttavia, questa barra audio JBL è un’ottima alternativa per i piccoli spazi. Con un suono dinamico e ricco di dettagli e un design mega compatto, è un investimento sicuro se vuoi migliorare il suono di un piccolo televisore. Non si deve perdere di vista il fatto che si tratta di una barra del suono abbastanza economica.

Vizio SB3621

Caratteristiche tecniche

  • Potenza: 50W
  • Subwoofer: sì
  • Connettività: Bluetooth
  • Connessioni: 3,5 mm, Optical Digital, RCA, USB
  • Lunghezza: 96,5 cm

Benvenuti nell’era dell’intrattenimento per tutti i budget. Grazie a marchi come Vizio, possiamo ottenere una soundbar ad un prezzo adatto a tutte le tasche. Anche se non ha grandi opzioni o pretese, non è possibile chiedere di più da una barra di questo prezzo, che nel caso in cui esce con un sub-woofer wireless.

Design

Essendo una sound bar abbastanza economica, potresti aspettarti di sapere cosa c’è di sbagliato in questo dispositivo. Forse ti aspetteresti una lamiera sub-woofer o che il telecomando sembra preso da una macchina da masticare … Ma la verità è che nulla di tutto ciò è vero. Il Vizio SB3621 in generale sta andando abbastanza bene.

Il design del Vizio è sobrio ed elegante, proprio quello che ti aspetti da modelli molto più costosi. Sia il sub-woofer che il telecomando sono semplici ma eleganti, non sembrano rispettivamente una scatola da scarpe o una carta di credito, cosa che spesso accade con i modelli economici.

Suono

Uno dei migliori soundbar per la televisione in termini di rapporto qualità-prezzo. Funziona meravigliosamente con le voci e i dialoghi grazie all’allineamento dei suoi diffusori centrali, riproduce le voci in modo chiaro e ricco di dettagli, il che lo rende un’ottima opzione se i tuoi sono i programmi televisivi.

Il tuo più grande problema è nel suono surround. Funziona molto bene nei canali centrali – il che rende le voci così buone – ma non riesce a creare quel senso di teatro. Il suono non si diffonde solo attraverso la stanza e non offre quella sensazione di avvolgimento.

Connettività

In termini di connettività, abbiamo due ingressi digitali – uno coassiale e uno ottico – e una porta USB – che misteriosamente non riproduce MP3 – e un jack da 3,5 mm. Può anche essere collegato tramite Bluetooth, che funziona con DTS e Dolby.

Conclusione

Con il prezzo più basso della lista e un suono più che accettabile, il Vizio SB3621 è un prodotto molto attraente per molti. Se quello che vuoi è migliorare il suono della tua TV senza lasciare la tua tasca, questa è la tua migliore opzione. La mancanza del suono surround può far fallire la riproduzione di film, ma per la televisione è più che accettabile dato che i suoi canali centrali funzionano con le voci di meraviglia. Se guardi la TV e ascolti musica, questa è la tua migliore opzione.

Come funziona una soundbar

Le soundbar aumentano il volume generale del televisore. Quelle migliori producono anche un volume più consistente e migliorano il dialogo. Ciò significa che non è necessario alzare il volume per ascoltare il dialogo, qualcosa che accade molto frequentemente e che il suono viene attivato quando viene visualizzata una scena di azione.

Alcuni simulano il suono surround in modo che sembri avere una configurazione con più altoparlanti, come se fosse un home cinema ma con il vantaggio di avere tutto in un unico altoparlante. Per fare questo, diffondono il suono in momenti diversi e in diverse parti della stanza. Ciò crea l’illusione del suono surround senza la necessità di installare più altoparlanti.

Per ora, questa simulazione non è buona come una tradizionale configurazione audio surround. Tuttavia, poiché i produttori iniziano a includere i codec surround Dolby e DTS, il suono surround virtuale può migliorare fino al punto di rivaleggiare con le impostazioni di un ricevitore AV e di diversi altoparlanti surround.

Questi dispositivi migliorano il suono e sono facili da installare. La maggior parte sono collegati al televisore con un cavo, di solito un cavo ottico digitale o coassiale, senza bisogno di apparecchiature aggiuntive. In genere, quando si installa un sistema home completo, è necessario acquistare un ricevitore AV che colleghi tutti gli altoparlanti alla TV. È inoltre necessario eseguire diversi set di cavi per altoparlanti al ricevitore AV e scoprire come nasconderlo in modo che non assomigli a una vite.

Marchi come Bose e Sonos hanno i punteggi migliori e si concentrano principalmente sul rendere il suono al massimo delle sue prestazioni.

Qualità audio

Ci occupiamo del compito arduo e doloroso di guardare film e ascoltare musica attraverso ogni sistema. Usiamo film e musica per testare qualità audio come le risposte ai bassi, la chiarezza del dialogo e la simulazione del suono surround.

Prima di iniziare, il volume è stato regolato su tutti loro in modo da non confondere il volume con la qualità. Abbiamo anche utilizzato un interruttore HDMI e un interruttore ottico per collegarne diversi, in modo da poter passare rapidamente da uno all’altro per effettuare confronti diretti della qualità del suono.

I modelli migliori avevano una risposta dei bassi e una simulazione surround che rendevano reali e realistiche le scene d’azione. È anche importante riprodurre bene i contenuti musicali e di film – quando i tuoi possono fare entrambi, hai solo bisogno di un dispositivo per tutte le tue esigenze audio.

Tieni presente che abbiamo valutato più la qualità del suono, perché riteniamo che sia il fattore più importante.

Valutazione del telecomando

Un telecomando dovrebbe essere leggero ed ergonomico. Dovresti anche essere in grado di raggiungere comodamente tutti i pulsanti con una mano. È anche importante avere una buona spaziatura tra i pulsanti.

I telecomandi troppo piccoli sono facili da perdere tra i cuscini del divano e quelli con pulsanti che non rispondono possono distogliere l’attenzione dal film o dalla musica mentre si tenta di regolare le impostazioni. Sebbene il telecomando possa non essere la considerazione principale al momento della scelta, ci assicuriamo di coprire tutte le parti dell’esperienza dell’utente il più possibile in modo da avere le informazioni necessarie per prendere una decisione corretta.

Cosa considerare prima di acquistare una soundbar?

La qualità dell’audio è la più importante quando si sceglie una barra. Tuttavia, ci sono altre cose importanti su cui prestare attenzione, incluse le opzioni di connettività, un subwoofer separato e, naturalmente, il prezzo.

Nel mercato attuale troviamo modelli con prezzi che variano da 70 euro a 1500-2000 euro.

Sono, infatti, prodotti molto particolari e sofisticati, in grado di offrire diverse soluzioni, livelli di prestazioni e funzioni particolari.

Per aiutare i nostri lettori a scegliere questo tipo di prodotto, abbiamo creato una guida all’acquisto specifica, con la quale proponiamo una serie di considerazioni per valutare la qualità.

Per questo motivo, e soprattutto per razionalizzare e semplificare il processo decisionale, abbiamo identificato quattro fattori che, a nostro avviso, svolgono un ruolo molto importante nelle elezioni:

  • Prestazioni
  • Connettività
  • Lineamenti
  • Struttura

Prestazioni: quali sono gli elementi da valutare?

Tenendo conto dello scopo dell’uso di questo tipo di prodotto, è necessario valutare alcuni dati sulle prestazioni che possiamo facilmente trovare attraverso le informazioni fornite dal produttore. Diamo un’occhiata a questi elementi in dettaglio.

Attivo o passivo?

Una prima distinzione deve essere fatta tra barre del suono passive e attive. Vediamo quali sono le differenze: puoi vederle riassunte nella tabella e spiegate in dettaglio immediatamente sotto.

Soundbar passivi

Le barre passive sono simili ai diffusori tradizionali, quindi avranno bisogno di un amplificatore esterno o di una scheda audio, se necessario. Il vantaggio principale di questo tipo di barra è la sua versatilità: infatti, questi possono essere collegati a amplificatori di qualità, in combinazione con altri altoparlanti o un subwoofer.

D’altra parte, per questo tipo di configurazione sarà richiesto un certo grado di conoscenza del settore ed esperienza pratica.

Sound bar attive

Le barre attive incorporano tutti gli elementi necessari per la riproduzione audio, come altoparlanti e amplificatori. Quelli attivi sono i più comuni e popolari, dal momento che li colleghiamo semplicemente al dispositivo che vogliamo amplificare affinché funzioni correttamente.

Dal punto di vista dell’hardware sono indubbiamente un’opzione ottimale, dal momento che sono di piccole dimensioni e facili da installare.
Stereo e altoparlanti
La maggior parte dei dispositivi riproduce musica in formato stereofonico da almeno 2 altoparlanti che rendono più probabile la percezione del suono.

Questa configurazione è espressa con un valore numerico che normalmente possiamo leggere dai dati tecnici, ovvero 2.0: 2 indica la presenza di una coppia di diffusori mentre 0 indica l’assenza di un subwoofer. Vediamo ora le combinazioni possibili, mentre nel prossimo paragrafo diremo qualcosa di più sul subwoofer.

Come abbiamo detto, possiamo trovare nel mercato dispositivi con uno dei seguenti valori:

  • 2.0: Come menzionato sopra, vengono forniti due altoparlanti e non subwoofer.
  • 2.1: questo valore indica una barra con altri due altoparlanti anteriori e un subwoofer.
  • 5.1: Si riferisce a una barra con 5 diffusori differenziati in grado di generare l’effetto surround e un subwoofer.
  • 7.1: Questa apparecchiatura è probabilmente una delle più sofisticate per questo tipo di prodotto, dal momento che troveremo 7 diffusori diversi, in grado di offrire un notevole realismo nella percezione del suono e, naturalmente, un subwoofer.

A differenza dei sistemi musicali HiFi, le diverse fonti a cui questi valori numerici si riferiscono sono combinate in un unico prodotto, la barra.

Naturalmente, i prodotti con 7 altoparlanti e un subwoofer saranno considerevolmente più costosi di altri che hanno semplicemente 2 altoparlanti: se sei interessato a un’esperienza audio estremamente coinvolgente, allora una 7.1 bar è per te, ma non necessariamente necessaria.

Subwoofer

Tutte le barre hanno un obiettivo preciso, che è quello di offrire un sostanziale miglioramento nella riproduzione audio dei dispositivi a cui è collegato, che si tratti di schermi TV, smartphone o tablet. Per questo motivo, è sempre consigliabile avere un subwoofer: questo, infatti, consente di riprodurre le frequenze medie e basse con una qualità che una barra senza potrebbe difficilmente garantire.

Quando presente, il subwoofer è disponibile in due versioni: esterna o integrata. Il subwoofer esterno è senza dubbio il tipo più comune in questo tipo di prodotto: in questo caso la barra sarà notevolmente più piccola e avremo la possibilità di posizionare il subwoofer nella nostra stanza in cui preferiamo, ottenendo le massime prestazioni del nostro sistema in relazione nella stanza in cui si trova il nostro bar.

Le barre con subwoofer integrati sono comunemente denominate “piastre sonore” o “sounddeck”: sono molto più grandi e più pesanti dell’altro tipo, motivo per cui sono spesso utilizzate come basi di visualizzazione.

Potenza

I produttori indicano generalmente le prestazioni delle barre del suono in watt: in particolare, viene indicata la potenza massima di un prodotto.

Tieni presente che quando valuti la potenza devi tenere conto delle dimensioni della stanza in cui vuoi installare il dispositivo e, soprattutto, dell’uso che vuoi fare di esso: per esempio, se intendi usarlo per ascoltare la radio , per amplificare la nostra televisione o per animare una festa.

In generale, qualunque siano le necessità, dovremmo acquistare modelli con una potenza di circa 200-300 watt e preferibilmente non inferiore a questi valori. E’ sempre consigliabile, infatti, avere una potenza aggiuntiva anche se non abbiamo in mente l’uso dei volumi eccessivo, dal momento che un dispositivo di riproduzione musicale costantemente portato ai suoi limiti per qualsiasi tipo di ascolto può dare risultati non del tutto soddisfacenti.

Ovviamente, la potenza più alta di solito corrisponde a un prezzo più alto. Possiamo trovare modelli con una potenza che va da un minimo di 50-100 watt a prodotti ad alte prestazioni che raggiungono picchi di 700 watt.

Connettività

Il secondo fattore decisivo nella valutazione è ora preso in considerazione: la connettività, cioè tutte le diverse porte di connessione disponibili per il prodotto in questione, svolge un ruolo essenziale nel determinare le possibilità di utilizzo.

Gli input e le possibili connessioni che si trovano comunemente sono gli input e le possibili connessioni:

  • Jack di ingresso da 3,5 mm
  • Coassiale
  • Ottica
  • WLAN
  • Bluetooth
  • NFC
  • USB
  • HDMI

Le principali caratteristiche e possibilità offerte da ciascun tipo di voce saranno spiegate in dettaglio nelle sezioni seguenti e possono anche essere riassunte nella seguente tabella.

Jack di ingresso da 3,5 mm

Questo tipo di input include l’uso di un cavo jack. Questo tipo di connessione è molto comune e facile da usare, ampiamente utilizzato in altri dispositivi mobili e non mobili e, essendo cavo, è stabile e affidabile.

Con questo tipo di connessione sarà possibile connettere un gran numero di dispositivi mobili come gli smartphone, che usiamo per la riproduzione musicale, o tablet, con i quali è possibile utilizzare materiale audiovisivo. È inoltre possibile collegare dispositivi fissi come computer, schermi TV e molto altro attraverso questa connessione.

Coassiale

Anche in questo caso dovremo fare i conti con un tipo di connessione via cavo. È molto spesso utilizzato in sistemi di trasmissione di segnali video analogici, per esempio, o per trasmissioni digitali.

Questo tipo di cavo è molto importante se decidiamo di utilizzarlo insieme ad un televisore, ad esempio: in questo caso dovremo collegarlo al nostro decoder per amplificare il segnale audio delle nostre trasmissioni preferite. Allo stesso modo, se vogliamo collegare la nostra soundbar a un lettore DVD, dovremo verificare che abbia output coassiale.

Ottica

La connessione audio ottica è poco conosciuta, sebbene sia presente nella maggior parte dei dispositivi elettronici che usiamo. Questo tipo di collegamento è costituito da cavi in ​​fibra ottica attraverso i quali i segnali viaggiano sotto forma di impulsi laser generati dai LED.

Successivamente, il segnale viene trasmesso digitalmente e separato nei diversi canali dei diffusori.

Attraverso questo tipo di connessione otterremo una gestione audio molto efficiente, che elimina fastidiosi ronzii e garantisce un alto livello di qualità audio. Ad esempio, possiamo collegare lo schermo TV alla sorgente del segnale tramite un cavo HDMI per garantire una buona qualità video, e useremo la trasmissione ottica esclusivamente per il componente audio.

WLAN

La connessione WLAN (Wireless Local Area Network) è una connessione wireless, ovvero una connessione di trasmissione del segnale senza cavi di connessione.

Usando la connessione wireless, ad esempio, possiamo collegare tutti i dispositivi in ​​nostro possesso che dispongono anche di una connessione WLAN, risparmiando noiose connessioni via cavo e riducendo gli ingombri.

Bluetooth

La connessione Bluetooth potrebbe non richiedere alcuna introduzione ai nostri lettori: molto comune e noto, questo tipo di connessione è completamente senza fili o connessioni fisiche. La maggior parte dei dispositivi mobili (smartphone, tablet, lettori mp3, ecc.) Hanno questo tipo di connessione e anche alcuni schermi TV di ultima generazione.

Attraverso la connessione Bluetooth non solo sarà possibile collegarlo a qualsiasi dispositivo mobile o fisso per amplificarlo, ma in alcuni casi attraverso questa connessione sarà possibile controllarlo da remoto.

NFC

La connessione NFC (Near Field Communication) è un tipo molto innovativo di tecnologia di trasmissione dei dati. Con questo tipo di connessione possiamo collegare i dispositivi elettronici abilitati. Tuttavia, una volta connessi, i due dispositivi dovranno rimanere a distanza ravvicinata l’uno dall’altro.

La maggior parte degli smartphone disponibili sul mercato ha questa tecnologia: con questo tipo di connessione sarà possibile collegare il dispositivo alla barra senza dover effettuare lunghe configurazioni o dover configurare nulla. Con un semplice gesto, i dispositivi si connetteranno immediatamente. Se hai in mente di usarlo per diversi scopi e collegarlo a diverse fonti, la tecnologia NFC ti soddisferà sicuramente.

USB

Questo equipaggiamento è molto importante se abbiamo in mente di usarlo per riprodurre direttamente i nostri brani e file audio o collegarlo al tuo laptop, dal momento che le porte USB sono molto popolari in questo tipo di dispositivi.

HDMI

Questa è un’altra voce molto comune, che può essere utilizzata per collegarla a schermi, computer, console e lettori DVD o Blu-ray.

La connessione tramite l’ingresso USB può essere utilizzata per molti scopi: tra questi, la riproduzione di file audio direttamente da esso, inserire una chiavetta USB all’interno dell’ingresso USB o, invece, collegarlo al nostro laptop per migliorare la qualità del suono

Le voci sopra consentono di utilizzarlo in modo diversificato ed eterogeneo, come ad esempio una radio, nonché un amplificatore per schermi TV o per i tuoi dispositivi mobili.

Lineamenti

Come abbiamo appena visto, la connettività e gli input disponibili giocano un ruolo molto importante nel determinare la qualità di una soundbar. Vediamo ora le caratteristiche che caratterizzano e rendono unici i vari modelli che possiamo trovare sul mercato.

Controllo remoto

La possibilità di avere un telecomando appositamente progettato per il controllo remoto della barra è un elemento molto utile. Alcuni consentono anche il controllo remoto tramite smartphone e altri dispositivi mobili, semplicemente scaricando un’applicazione e usandola per controllarla comodamente seduti sul nostro divano.

Display

In alcuni modelli è presente un pratico display a LED di segmenti, solitamente nella posizione anteriore, che consente di visualizzare informazioni utili come il canale da cui si riproduce l’audio o il volume.

Il display del pannello frontale può essere utile per più di un utente e semplifica notevolmente l’utilizzo.

Riproduzione diretta

Alcuni funzionano come stereo completamente autonomo, consentendo all’utente di riprodurre brani senza la mediazione di altri dispositivi. Nei dispositivi di questo tipo sarà importante verificare i tipi di ingressi presenti e, naturalmente, la compatibilità con i diversi file digitali. In effetti, dovremmo assolutamente verificare che sia in grado di leggerli e riprodurli.

Tra i vari formati che possiamo trovare a nostra disposizione ci sono mp3, WMA, AAC, WAV e FLAC.
Altre caratteristiche utili

Diversi produttori si sforzano di dotarli di funzioni specifiche in grado di offrire la massima qualità audio all’ascoltatore: la sfida, infatti, è competere con i sistemi HiFi.

Per questo motivo, apprezziamo le funzionalità aggiuntive che di solito possiamo trovare in prodotti di buona qualità, come i sistemi di isolamento delle tracce vocali o altre funzioni specificamente progettate per migliorare le prestazioni delle basse e medie frequenze. Nelle singole revisioni forniremo, se del caso, una spiegazione completa di queste caratteristiche specifiche.

Struttura

Ultimo, ma non meno importante, analizziamo il profilo strutturale, considerando il numero di elementi aggiuntivi presenti nei vassoi di input, come diciamo in gergo, che è direttamente all’interno della scatola, la dimensione della barra e il suo peso.

Come abbiamo detto all’inizio di questa guida all’acquisto, le dimensioni ridotte e la praticità della sua installazione in un ambiente domestico sono la ragione principale per cui le barre sonore sono preferite a sistemi HiFi molto più grandi.

Altoparlanti e subwoofer

Per quanto riguarda il numero di elementi disponibili, alcuni hanno altoparlanti in aggiunta al corpo principale della barra e / o al subwoofer – come indicato all’inizio di questa guida.

L’aggiunta di ugelli suono aggiuntivo può essere molto utile: la possibilità di distribuire altoparlanti e subwoofer all’interno delle camere può contribuire a rendere il suono più uniformemente diffuse nello spazio e, soprattutto, a distinguere l’origine delle alte frequenze di basse frequenze.

Dimensioni

Le dimensioni possono variare notevolmente da un modello all’altro e considerarle attentamente può essere fondamentale per scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

Un prodotto con una profondità ridotta, ad esempio, sarà più facile da posizionare sotto il nostro schermo, mentre uno troppo largo può essere difficile da posizionare.

Nei dati forniti dai produttori, le dimensioni sono generalmente misurate in cm. In media, i modelli relativamente piccoli hanno dimensioni di circa 70 x 4 x 5 cm, il che facilita l’installazione anche in spazi più piccoli, mentre i modelli più grandi possono anche toccare o addirittura superare 130 x 12 x 14 cm.

Peso

Infine, considera il peso di questi prodotti. Valutare questo può essere molto importante se, ad esempio, vogliamo installarlo in una posizione elevata. In questo caso sarà necessario prima verificare, oltre al peso, la presenza di supporti in grado di reggerlo in modo stabile ovunque decidiamo di posizionarlo.

Se, al contrario, decidiamo di posizionarlo su una superficie, sarà necessario verificare che nella base siano presenti supporti progettati per supportare il corpo della stessa.

In generale, e soprattutto quando è possibile, è sempre preferibile posizionarlo in una posizione elevata, in modo che il suono si diffonda più uniformemente nella stanza.

Per quanto riguarda il peso, può pesare tra 2-2,5 kg e fino a 10 kg, in alcuni casi anche oltre questa soglia.

In conclusione, si dovrebbe notare che, nella valutazione di questo elemento, si deve tenere conto del fatto che un prodotto più sofisticato di solito ha un peso maggiore.

Altri fattori da considerare quando si sceglie una barra del suono

I materiali sono importanti?

In generale, la qualità dei prodotti elettronici di consumo è fortemente influenzata dai materiali con cui sono fabbricati, nonché dai processi di produzione. Anche se i produttori non danno informazioni su quali materiali sono utilizzati nella produzione di sound bar, in una certa misura possiamo dire che al di fuori del prodotto è coperto con un corpo in plastica dura per proteggerlo dagli urti, e in conformità con Le scatole vengono solitamente posizionate con filtri per evitare che la polvere scivoli all’interno, con il rischio di danneggiare i componenti.

Anche i materiali con cui è realizzato sono importanti dal punto di vista estetico: ad esempio, un rivestimento esterno di materiali poveri potrebbe danneggiarsi o consumarsi rapidamente e risultare sgradevole a questo proposito.

Il marchio è importante?

Anche in questo caso, il marchio è il primo modo di seguire per garantire un acquisto di qualità e in grado di soddisfare le nostre aspettative. Confidando marche poco note può certamente essere un motivo per risparmiare denaro, ma, in ogni caso, una casa poco conosciuto non solo in grado di offrire prodotti di bassa qualità, ma anche completamente privo di assistenza tecnica. Per questo motivo, è bene optare per i più famosi e prestigiosi marchi: tra loro ci sono Pioneer, Sharp, Panasonic, JBL, Bose, Sony, Yamaha, Philips, Samsung, LG.

Il prezzo è importante?

Qualunque sia la scelta di acquisto che hai in mente, la prima considerazione da tenere in considerazione è il tuo budget: questa prima indicazione è essenziale per avere il prodotto che più ti si addice. A questo proposito, è possibile dividere le offerte di mercato in tre fasce di prezzo:

Portata bassa: spesa compresa tra 70 e 140 euro, il cosiddetto input, troverete prodotti di buona qualità con potenza limitata (50-100 watt) e una configurazione di tipo 2.1.
Gamma media: con una spesa che oscilla tra 150 e 400 euro, ora puoi guadagnare un prodotto ad alte prestazioni che arricchisce esponenzialmente l’esperienza audiovisiva.
Gamma alta: prodotti con un costo di oltre 500 euro, che possono raggiungere i 2.000 euro, sono particolarmente sofisticati e hanno configurazioni come 5,1 o 7,1 con una potenza che supera i 300 watt.

Conclusioni finali

Se quello che stai cercando è un dispositivo con cui migliorare le prestazioni della tua TV, senza grandi contributi extra, le soundbar economiche come la JBL Boost TV, la Vizio SB3621 o la Bose SOLO 5 TV sono ottime opzioni. Sarai in grado di migliorare il suono e il volume generale della tua televisione senza aumentare troppo il tuo budget.
Ma se quello che stai cercando è un sistema ad alte prestazioni, che offre una qualità del suono paragonabile ad un Home Cinema, allora le tue opzioni passano in cima al tavolo. SONOS Playbar, Bose SoundTouch 300 e Philips Fidelio sono le migliori opzioni. Tutti e tre funzionano a meraviglia e creano un suono avvolgente e davvero potente che può abbattere i muri della tua casa.

Se non hai molto spazio o vuoi semplicemente migliorare le prestazioni di un piccolo televisore, non preoccuparti, ci sono alcuni dispositivi compatti che andranno benissimo, ad esempio il Sony HT-NT5, il Bose Solo 5 TV o il JBL Boost TV. Sebbene non funzionino molto bene in ampi spazi, se quello che stai cercando è di riempire una stanza ausiliaria o un piccolo televisore, ognuno di questi tre modelli sarà l’ideale.

error: Content is protected !!